Home Borsa Spotify in Borsa con quotazione diretta e giro di vite sulle app...

Spotify in Borsa con quotazione diretta e giro di vite sulle app modificate

0
CONDIVIDI
Spotify in Borsa con quotazione diretta e giro di vite sulle app modificate
Spotify in Borsa con quotazione diretta e giro di vite sulle app modificate

Giro di vite della Spotify per il proprio servizio di musica in streaming. La stretta, in particolare, riguarda l’uso, da parte di utenti furbetti, di applicazioni craccate ed illegali del servizio che permettono di passare dall’ascolto di musica gratuita all’account premium senza sborsare nemmeno un euro.

Mercato app craccate fiorente ma pieno di insidie

Quello delle app craccate, purtroppo, è un mercato fiorente che, pur tuttavia, nasconde non poche insidie specie per chi non è esperto di applicazioni mobili. Le app modificate, infatti, possono contenere al loro interno virus, spyware, malware ed ogni altro tipo di minaccia che può installarsi sul dispositivo automaticamente ed in maniera silente, ovverosia senza che l’utente se ne accorga.

Spotify, nel monitorare il comportamento dell’utenza, è in grado di verificare se un utente che dovrebbe essere gratuito compie con l’app azioni che sono permesse solo al cliente premium. In tal caso la Spotify prima invierà un messaggio di avviso al cliente, dopodiché in caso di comportamento scorretto e reiterato, utilizzando app modificate, sarà definitivamente cancellato dal sistema.

Spotify pronta per la Borsa, IPO o quotazione diretta?

La lotta senza quartiere contro i furbetti, da parte di Spotify, arriva in un momento chiave per la società che mira alla quotazione delle proprie azioni in Borsa a New York. Stando alle ultime indiscrezioni, tra l’altro, lo sbarco in Borsa non dovrebbe avvenire attraverso la classica Initial Public Offering (IPO), ma attraverso il meccanismo della quotazione diretta.

La decisione di Spotify di stringere le maglie contro la pirateria online, di conseguenza, non arriva in un momento qualunque, ma in una fase che porterà presto l’azienda ad avere grande visibilità, attraverso la quotazione, ed anche a misurarsi con il mercato riguardo ai numeri economici e finanziari, dai ricavi agli utili e passando per l’andamento degli abbonati free e di quelli premium, quelli che pagano davvero!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here