Home Borsa Terna, risultati preliminari 2017 tra crescita sostenibile e rafforzamento posizione finanziaria

Terna, risultati preliminari 2017 tra crescita sostenibile e rafforzamento posizione finanziaria

0
CONDIVIDI
Terna, risultati preliminari 2017 tra crescita sostenibile e rafforzamento posizione finanziaria
Terna, risultati preliminari 2017 tra crescita sostenibile e rafforzamento posizione finanziaria

Terna, società quotata in Borsa a Piazza Affari, ed operante nel settore elettrico, ha chiuso l’esercizio 2017 con un ulteriore rafforzamento della posizione finanziaria a fronte del proseguimento del percorso di crescita sostenibile.

Ricavi 2017 Terna in crescita, bene anche Ebitda ed investimenti

Nel dettaglio, nella giornata di ieri, sotto la presidenza di Catia Bastioli, si è riunito il Consiglio di Amministrazione di Terna SpA che ha approvato i dati preliminari conseguiti dalla società al 31 dicembre del 2017.

In particolare, è emerso che Terna ha chiuso l’anno fiscale con ricavi che, a 2,25 miliardi di euro circa, si sono attestati in crescita rispetto ai 2,1 miliardi di euro al 31 dicembre del 2016.

Luce verde pure per l’Ebitda che passa dai 1,54 miliardi di euro del 2016 ai 1,6 miliardi di euro circa al 31 dicembre del 2017, così come gli investimenti anno su anno aumentano da 900 milioni di euro ad oltre 1 miliardo di euro.

Terna, indebitamento finanziario netto in calo al 31 dicembre del 2017

Il 2017 di Terna, come sopra accennato, si è inoltre chiuso con con un ulteriore rafforzamento della posizione finanziaria. E questo perché, riferisce altresì la società con una nota, l’indebitamento finanziario netto a fine 2017 si è attestato a 7,8 miliardi di euro, ovverosia in riduzione di 200 milioni di euro circa rispetto al dato al 31 dicembre del 2016.

Terna ha spiegato la crescita anno su anno dei ricavi consolidati non solo con il completamento degli investimenti programmati, ma anche con la crescita del portafoglio di asset remunerati. E questo dopo che è avvenuta l’integrazione della porzione di Rete di Trasmissione Nazionale che, alla fine del 2015, Terna ha acquisito dal Gruppo FSI.

La lieve crescita dell’Ebitda, ovverosia del margine operativo lordo, è stata invece spiegata da Terna con l’aumento del perimetro degli asset regolati remunerati, mentre l’indebitamento finanziario netto è diminuito in virtù di una buona generazione di cassa nel corso del 2017.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here