Home Credito Banche Venete migrano in Intesa: Bancomat fuori servizio

Banche Venete migrano in Intesa: Bancomat fuori servizio

0
CONDIVIDI

Problemi fino a domani per i bancomat

E’ iniziata la migrazione informatica delle Banche Venete in Banca Intesa e questo comporta dei disagi per i clienti di tali Banche, la Veneto Banca e la Popolare di Vicenza. I disagi si riflettono in particolare sui Bancomat di tali Istituti che da mercoledì pomeriggio sono fuori servizio e lo resteranno fino alle 21 di venerdì.

La normale operatività riprenderà al termine delle operazioni di migrazione informatica, quindi da sabato dovrebbe tornare tutto alla normalità, anche se limitatamente alle operazioni di prelievo, comunque limitate a 250 Euro. Resteranno nella normale attività, invece, tutti i Bancomat di Intesa San Paolo e di Cassa di Risparmio del Veneto.

Tessere Bancomat da sostituire

Tutti i clienti delle due Banche venete acquisite da Intesa resteranno valide, con la limitazione di prelievo di 250 Euro, fino al 31 marzo del 2018, dopo tale termine si considereranno scadute, dunque da sostituire con Bancomat di Banca Intesa ma è possibile richiedere fin d’ora il nuovo Bancomat in sostituzione del precedete della propria Banca. Il grosso del lavoro di migrazione è stato avviato il 7 dicembre alle 12,30 con la chiusura anticipata degli sportelli e terminerà nei tre giorni di chiusura delle Banche.

Lunedì prossimo, quindi, alla riapertura degli sportelli, l’operatività sarà totalmente appoggiata al sistema informatico di Banca Intesa. La migrazione non è cosa di poco conto, si tratta di migrare i dati di oltre 1,4 milioni di conti dei clienti delle due Banche Venete, vedendoli disgregati tra le due Banche, sono 849 mila quelli della Popolare di Vicenza, 580 mila quelli di Veneto Banca. L’operazione era prevista per metà marzo ma è stato deciso l’anticipo di tre mesi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here