Home Criptovalute Bitcoin truffa? Come investire nelle criptovalute in sicurezza

Bitcoin truffa? Come investire nelle criptovalute in sicurezza

0
CONDIVIDI

Pubblicato: 15 Febbraio, 2022 di roberto

Bitcoin truffa del secolo o affare? Il Bitcoin e le criptovalute in generale non sono assolutamente una truffa, ma sono un investimento valido se effettuato in modo prudente.

È possibile guadagnare con le cripotvalute, ma solo a patto di investire su Exchange affidabili e di non investire una cifra superiore a quella che si è disposti a perdere. Il mercato delle criptovalute è in costante crescita ed un’ottima strategia per beneficiare di questo trend è proprio quella di acquistare ora le migliori crypto per poi venderle tra qualche anno.

Purtroppo però, il web è pieno di truffe a tema Bitcoin che nulla hanno a che fare con il Bitcoin vero e proprio. Queste truffe sono realizzate da malintenzionati che sfruttano la popolarità della nota moneta digitale. Generalmente queste truffe sono tutte simili tra l’oro, promettono guadagni esorbitanti senza dover far nulla e si associano a personaggi famosi che con la truffa non c’entrano nulla.

In questo approfondimento, cercheremo di comprendere come intercettare le truffe legate al Bitcoin, quali sono le truffe più comuni e come comprare Bitcoin nel modo corretto.

Clicca qui per comprare subito Bitcoin su eToro

⛓ Bitcoin: Non è una truffa
👎 Truffe Bitcoin più famose: Bitcoin Prime, Trust Investing, Metodo italiano
⚠ Livello di sicurezza: 0/5
😀 Come evitare le truffe: Usando piattaforme riconosciute
🥇 Dove investire: eToro, Binance, Coinbase
💰 Budget minimo: € 50

10 Truffe Bitcoin più comuni

Ecco un elenco delle 10 truffe Bitcoin più comuni:

  1. Trust Investing
  2. Bitcoin Prime
  3. Amazon Profit
  4. Metodo italiano
  5. 1k Daily profit
  6. Bitcoin Code
  7. Bitcoin Evolution
  8. Profit Maximizer
  9. Bitcoin Profit
  10. Crypto Genius

Tutte queste truffe hanno lo stesso funzionamento. Generalmente affermano di far guadagnare agli utenti, in modo automatico, cifre molto elevate a fronte di un investimento di soli 200/250 euro. Una volta depositato questo denaro gli utenti non vedranno più un solo centesimo.

Nella peggiore delle ipotesi riceveranno inoltre insistenti chiamate dai creatori della truffa per convincerli a versare ulteriore denaro. Le truffe pubblicano informazioni completamente non veritiere, non solo promesse di guadagni inesistenti ma anche partnership con personaggi famosi e pubblicazioni su quotidiani come Forbes.

Questi siti web non sono regolamentati (sono dunque illegali) e purtroppo è molto difficile risalire all’identità dei creatori di questi sistemi trauffaldini.

Come difendersi dalle truffe Bitcoin

Per difendervi dalle truffe Bitcoin, o più in generale da tutte le truffe presenti sul web, dovreste seguire i seguenti suggerimenti:

  • Investire solo su piattaforme criptovalute rinomate e centralizzate o su piattaforme di trading regolamentate (licenza CySEC, autorizzazione Consob, ecc.).
  • Chiedete sempre un parare a persone più esperte di voi prima di investire online;
  • Non credete a tutti coloro che promettono guadagni facili ed esorbitanti;
  • Diffidate da tutti gli apparenti sistemi piramidali;
  • Leggete online il maggior numero di recensioni possibile.

Quando si parla di comprare criptovalute, se qualcosa suona troppo bello per essere vero, allora probabilmente lo è. Questi siti web truffaldini conducono spesso al disastro finanziario di coloro che hanno creduto alle loro false promesse.

Le migliori piattaforme di trading online regolamentate non promettono guadagni facili e mettono in guardia gli utenti sui rischi del trading online.

Bitcoin Truffa Tipologie

La maggior parte dei siti web truffaldini si somiglia ma vediamo rapidamente tutte le tipologie di truffa legata alle crypto che potreste incontrare:

  • Truffe di ingegneria sociale: Per le truffe di ingegneria sociale, i truffatori utilizzano la manipolazione psicologica e l’inganno per ottenere il controllo delle informazioni vitali relative agli account degli utenti. Questi tipi di truffe condizionano le persone a pensare che hanno a che fare con un’entità di fiducia come un’agenzia governativa, un business ben noto, un supporto tecnico, un membro della comunità, un collega di lavoro, o amico.
  • Truffe romantiche: I truffatori spesso utilizzano i siti di incontri per estorcere informazioni. Circa il 20% dei soldi persi in truffe appartengono a questa categoria.
  • Truffe Instagram: I truffatori spesso pagano gli influencers per convincere gli ignari followers a depositare denaro nei loro sistemi piramidali
  • Phishing: I truffatori sono interessati a chiavi private dei crypto wallet, ovvero le chiavi necessarie per accedere ai fondi all’interno del portafoglio. I truffatori inviano un’e-mail fittizia in cui chiedono di inserire informazioni private. Quando gli hacker avranno acquisito queste informazioni, potranno rubare la criptovaluta contenuta in quei portafogli.
  • E-mail o chiamate minacciose: Un altro metodo popolare tra i truffatori è quello di inviare e-mail o chiamate ricatto. In queste e-mail, i truffatori sostengono di avere un record di siti web per adulti o altre pagine web illegali visitate dall’utente e minacciano di esporle a meno che l’utente non condivida chiavi private o invii criptovaluta al truffatore. 
  • Truffe di Cloud Mining: Le piattaforme truffaldine offrono agli utenti del capitale iniziale per un flusso continuo di energia mineraria e ricompense. Queste piattaforme in realtà non possiedono il tasso di hash che dicono di avere, e non consegneranno nessuna ricompensa.
  • Trading automatico Bitcoin: Molti promotori di sistemi di trading automatico su Bitcoin promettono ai trader di mettere a loro disposizione un modo per “battere il mercato”, riuscendo magari ad anticipare l’evoluzione dei prezzi in proprio favore. Si tratta di sistemi che vengono promossi con dichiarazioni evidentemente irrealizzabili, come ad esempio la possibilità di fare migliaia di euro al mese senza alcun rischio. Naturalmente, il nostro suggerimento non può che essere quello di non credere a queste pubblicità. Dietro tali sistemi si celano infatti dei truffatori o, nella migliore delle ipotesi, dei broker non regolamentati che hanno sede in paradisi fiscali, e che non hanno certamente quelle necessarie tutele che ogni trader merita.

Spesso anche sugli Exchange decentralizzati, è molto probabile venir truffati dagli hacker. Gli Exchange centralizzati sono invece molto più affidabili.

Dove comprare Bitcoin?

Per investire in criptovalute, Bitcoin compreso, è necessario rivolgersi agli Exchange più affidabili o alle piattaforme di trading che consentono di comprare Bitcoin. Le migliori piattaforme, da noi selezionate, sono:

  • eToro
  • Binance
  • Coinbase

eToro è un broker online regolamentato mentre Binance e Coinbase sono due Exchange.

eToro

Se desiderate utilizzare eToro i passi da seguire sono i seguenti:

  1. Registrarzione: in fase di registrazione inserirete i vostri dati ma nessun metodo di pagamento. – Clicca qui per registrarti gratis a eToro
  2. Testare eventualmente la demo: sulla demo potrete simulare l’acquisto di Bitcoin con denaro virtuale.
  3. Depositare l’importo minimo: l’importo minimo per usare eToro è di soli 50 euro e poterete caricarli con la maggior parte dei metodi di pagamento.
  4. Cercare Bitcoin nella barra di ricerca.
  5. Cliccare su “Compra”: senza attivare la leva o attivandola a meno di 2x (in caso contrario investirete in CFD e non in crypto.
  6. Scegliere quanto investire: potete investire in Bitcoin anche solo 5 euro nonostante l’elevato prezzo del bitcoin.
Comprare bitcoin broker
Schermata Bitcoin su eToro

Un grande vantaggio di eToro riguarda la possibilità di investire in Borsa copiando gli investimenti in crypto dei migliori trader, dovrete solo scegliere chi copiare e copiarlo con un click. Attenzione però, i risultati passati dei migliori trader non sono garanzia di rendimenti futuri.

In altri termini, una volta che hai aperto qui un conto di trading con eToro, e una volta che hai individuato i trader che ritieni possano fare al caso tuo (per rendimento, storia, profilo di rischio, ecc.), non dovrai far altro che confermare la tua scelta di copia stanziando un capitale ad hoc. Da quel momento, il broker copierà tutto quello che faranno i trader che stai seguendo, nel tuo conto di trading.

Certo, non è una garanzia di successo, perché anche i trader con la migliore storia di negoziazione potrebbero andare incontro a gravi perdite, ma riteniamo si tratti comunque di una buona chance per poter diversificare il tuo portafoglio, e per poter crescere come trader professionista.

Sul broker è inoltre presente lo STAKING, un servizio che vi paga una percentuale per il solo fatto di possedere alcune criptovalute. eToro affronta molto seriamente il tema della sicurezza. Utilizza una serie di meccanismi di sicurezza, inclusa la tecnologia multi-signature, per proteggere il tuo wallet e la sua chiave.

Attualmente sul broker sono presenti 41 criptovalute ma ne vengono aggiunte continuamente di nuove. Sulla piattaforma troverete inoltre azioni, azioni frazionate, ETF e CFD. Clicca qui per maggiori info sulle criptovalute

Binance e Coinbase

Binance e Coinbase sono gli Exchange più utilizzati e dunque anche i più sicuri. Vi suggeriamo di stare alla larga dagli Exchange minori che potrebbero rivelarsi una truffa. Il processo per utilizzare i due Exchange è analogo. Vediamolo insieme:

  1. Scaricare l’App da Apple Store o Google Play: o in alternativa utilizzare il sito ufficiale.
  2. Registrarsi gratuitamente: anche in questo caso dovrete inserire i vostri dati ed inoltre effettuare l’autenticazione tramite foto e documento.
  3. Aggiungere un metodo di pagamento: generalmente i metodi di pagamento accettati sono carta di credito/debito e bonifico.
  4. Cercare Bitcoin: o un altra crypto nella barra di ricerca.
  5. Cliccare su Scambia e poi su “Acquista BTC”
  6. Scegliere quanto investire 
  7. Convalidare l’operazione

Il processo come vedete è davvero molto semplice e chiunque può farlo. Potete investire in Bitcoin ed altre crypto anche soli 50 euro, detenerle nel portafoglio e sperare che crescano in futuro.

Il processo è inoltre sicuro, soprattutto se sceglierete di utilizzare un broker regolamentato. Vediamo però nel prossimo paragrafo se comprare Bitcoin conviene o se è meglio concentrarsi su altre crypto.

Come operare in modo sicuro con Bitcoin

Il trading di Bitcoin e di criptovalute è rischioso, a causa dell’elevata volatilità. L’unico modo per limitare i rischi è quello di non investire troppo denaro in criptovalute e di preferire l’investimento a lungo termine alla speculazione di breve periodo.

È inoltre possibile contenere e mitigare alcuni rischi seguendo alcune semplici regole che di seguito abbiamo voluto riassumere per te, nella speranza che possano costituire una utile base di valutazione per le tue prossime strategie:

  • Investi solo quello che puoi permetterti di perdere: Le criptovalute sono un asset molto più volatile di qualsiasi altro asset, come azioni e obbligazioni, e il settore si evolve rapidamente. Un altcoin che è popolare oggi potrebbe non esistere tra un mese o un anno. In altre parole, i trader dovrebbero considerare la possibilità di perdere tutto quando iniziano a fare trading con questo comparto. Per questo motivo, si dovrebbe mettere solo una piccolissima parte del proprio portafoglio in questo settore;
  • Studia attentamente le opportunità di investimento: Gli investitori dovrebbero leggere le recensioni sui broker e sugli Exchange, prima di aprire un conto. I trader dovrebbero anche aggiornarsi costantemente, visto e considerato che il settore ogni giorno porta in dote nuove notizie su prodotti e servizi di ultima uscita, e quindi è fondamentale trovare buone informazioni aggiornate. Siti come il nostro sono naturalmente una indispensabile fonte di informazioni e consigli.
Bitcoin Truffe più Comuni

Attenzione a ICO e NFTs

Con l’aumento di nuovi investimenti basati sulla crittografia, come le offerte iniziali di monete (ICO) e i token non fungibili (NFT), ora ci sono ancora più vie per i truffatori per cercare di truffare gli utenti ignari. Ad esempio, alcuni truffatori creano siti falsi per le ICO.

Le operazioni di ICO sono particolari meccanismi di raccolta fondi per le criptovalute appena lanciate. Gli investitori che impiegano i loro capitali nelle ICO ricevono dei “token”, gettoni, per aver partecipato attivamente alla nuova impresa. A loro volta questi token conferiscono dei diritti agli investitori, come ad esempio la possibilità di poter acquistare prodotti e servizi del progetto legato alla criptovaluta, oppure valute stesse. Ebbene, sebbene buona parte delle ICO siano del tutto legittime, è anche vero che, purtroppo, molte di esse non ha dietro di sé un vero e proprio business plan o una tecnologia sottostante.

Dunque, molte ICO vengono lanciate da individui senza alcuna esperienza nel settore, ma facendo leva sull’hype di queste nuove operazioni. Nuovi altcoin sono infatti comparsi sul mercato con affermazioni non comprovate e non comprovabili sui loro prodotti e su loro servizi. Recentemente la Securities and Exchange Commission (SEC) statunitense ha formulato un’accusa di frode nei confronti di due ICO che, a suo dire, sono state promosse agli investitori in modo fraudolento.

Come se non fosse sufficiente per guardare con attenzione queste operazioni, ricordiamo anche che la Cina ha vietato da tempo la vendita di ICO, e molti individui che hanno familiarità con le frodi, tra cui il famoso Wolf of Wall Street, Jordan Belfort, hanno descritto le ICO come la più grande truffa di sempre. Con questo non vogliamo certamente dirti di scartare a priori tutte le ICO, ma semplicemente di fare grandissima attenzione quando ti rapporti a queste operazioni!

Conclusioni

L’ecosistema crypto continua a crescere e ad evolversi, ma allo stesso tempo aumenta anche la presenza di malintenzionati. 

È dunque necessario prestare la massima attenzione ed investire in modo prudente solo sulle piattaforme più rinomate ed affidabili.

I trader consapevoli non investono mai in cripotvalute più del 6% del budget totale ed investono solo nelle criptovalute emergenti più valide.

FAQ

Bitcoin è una truffa?

l Bitcoin e le criptovalute in generale non sono assolutamente una truffa, ma sono un investimento valido se effettuato in modo prudente.

Quali sono le truffe Bitcoin?

Tra le truffe Bitcoin più popolari segnaliamo: Bitcoin Prime, Metodo Italiano e Trust Investing.

Il nostro punteggio
Clicca per lasciare un voto!
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here