Home Economia Commercio al dettaglio 2018, dati Istat gennaio sono preoccupanti

Commercio al dettaglio 2018, dati Istat gennaio sono preoccupanti

0
CONDIVIDI
Commercio al dettaglio 2018, dati Istat gennaio sono preoccupanti
Commercio al dettaglio 2018, dati Istat gennaio sono preoccupanti

Nello scorso mese di gennaio del 2018 in Italia il commercio al dettaglio ha segnato il passo in accordo con le rilevazioni che sono state fornite e pubblicate dall’Istituto Nazionale di Statistica. In particolare, a gennaio 2018 le vendite al dettaglio segnano un -0,5% su dicembre 2017, ed un -0,8% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente.

Dati Istat commercio gennaio 2018, il Codacons chiede liberalizzazione dei saldi

Secondo il Codacons i dati sulle vendite di gennaio 2018 che sono state rilasciate dall’Istat confermano la fine dell’era dei saldi confinati in due periodi dell’anno, quello estivo e quello invernale, e rilanciano la necessità, invece, di andare a liberalizzare del tutto gli sconti nel settore del commercio su sede fisica altrimenti è alto il rischio di chiusura di migliaia di negozi.

Secondo Carlo Rienzi, che è Presidente del Codacons, occorre infatti andare a mettere a punto, a livello normativo, un provvedimento che lasci al commerciante la libertà e la facoltà di scontare o meno la merce in vendita in qualsiasi periodo dell’anno. E questo perché la formula dei saldi non è più allettante in quanto negli ultimi anni le abitudini d’acquisto dei consumatori sono profondamente cambiate.

Al riguardo l’Associazione dei Consumatori e degli Utenti si riferisce nello specifico alle vendite online ed ai saldi sul web che sono presenti tutto l’anno e che, senza liberalizzare gli sconti anche nei negozi fisici, penalizzano il commercio tradizionale.

Dati Istat vendite al dettaglio, la posizione della Federconsumatori

Pure la Federconsumatori, nel commentare i dati che sono stati pubblicati dall’Istat, ha messo in evidenza come i saldi non abbiano risollevato il commercio nel nostro Paese al pari di quanto avvenuto nel Natale scorso con le vendite di dicembre. Di conseguenza, l’Associazione dei Consumatori ha ribadito la necessità di contrastare nel nostro Paese le disuguaglianze, e di risollevare il potere d’acquisto delle famiglie.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here