Home Economia Il conto corrente giusto per il mutuo

Il conto corrente giusto per il mutuo

0
CONDIVIDI
Il conto corrente giusto per il mutuo
Il conto corrente giusto per il mutuo

Molte banche offrono particolari vantaggi per i clienti che richiedono un mutuo e nello stesso istituto dove sono titolari di un conto corrente. Nella maggior parte dei casi si tratta di una scelta obbligata: per ottenere il mutuo è necessario aprire un nuovo conto o trasferire quello già esistente. Ma come sapere quale conto corrente è più conveniente se vogliamo richiedere un mutuo?

L’ammontare delle rate dei mutui dipende sostanzialmente da quattro fattori: l’importo richiesto, la durata del mutuo, il reddito del richiedenti e i tassi, fissi o variabili.

Oltre a questi fattori è però possibile risparmiare se si addebitano le rate del mutuo sul conto corrente offerto dalla stessa banca. In particolare in questi casi è possibile ottenere interessanti benefici sulla riduzione dello “spread” (cioè il ricavo della banca) e dunque pagare meno.

Se ad esempio lo spread applicato è dell’1,30%  con l’addebito su un conto di una banca diversa da quello dove abbiamo chiesto il mutuo, utilizzando un conto dello stesso istituto di credito lo spread applicato diventerà dell’1,10%, e di conseguenza le rate saranno più basse. Dunque il miglior conto deposito o conto corrente per questo scopo è semplicemente quello che è di per sè conveniente ma che in più offre la possibilità di aprire un mutuo con spread ridotto.

Diverso è il caso dei cosiddetti “mutui offset”. Questi mutui sono direttamente collegati al conto corrente, che non utilizzano solo per il pagamento delle rate. Il conto influisce sull’ammontare delle rate: più alta è la giacenza sul conto, più basse saranno le rate del mutuo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here