Home Economia Trading Online – Effetto terremoto, il crollo della borsa giapponese

Trading Online – Effetto terremoto, il crollo della borsa giapponese

0
CONDIVIDI
Trading Online – Effetto terremoto, il crollo della borsa giapponese
Trading Online – Effetto terremoto, il crollo della borsa giapponese

L’effetto devastante del terremoto che ha colpito il Giappone venerdì scorso si è fatto sentire anche a livello di trading online sui mercati finanziari con due giorni di vero e proprio crollo della borsa di Tokyo. La decisione di mantenere i mercati del Sol Levante aperti nonostante la catastrofica situazione in cui si trova il paese nipponico ha  registrato i risultati previsti dalla maggior parte degli analisti finanziari, ovvero una consistente perdita dell’indice giapponese, che ha toccato quota -6,18% e successivamente -10,55%. Tale perdita si traduce nella più grande crisi finanziaria dal credit crunch del 2008. Grazie ai considerevoli acquisti speculativi di titoli deprezzati il Nikkei è riuscito ieri a chiudere con un +5,68% che ha determinato una scia positiva per tutte le altre borse europee.

Oltre ai danni provocati dal sisma e dal successivo tsunami che hanno colpito le zone costiere nel nord-est del paese, c’è apprensione per la possibile fuga radioattiva dalla centrale nucleare di Fukushima che si trova a circa 240 km da Tokyo. Ci sono state esplosioni nei reattori 1 e 3 mentre il sistema di raffreddamento del reattore 2 è ancora in panne, lasciando  le barre di combustibile completamente esposte e quindi surriscaldate; i tecnici stanno cercando di riportare la temperatura di raffreddamento a livelli accettabili. Il pericolo di una nuova esplosione a causa dell’accumulo d’idrogeno (come già successo nei reattori 1 e 3) e di una fusione del reattore è  tuttora presente e nelle prossime ore il destino dell’andamento dell’indice nipponico è profondamente legato agli sviluppi della situazione alla centrale di Fukushima. È quindi facile immaginare la critica situazione in cui si trova la società Tepco che gestisce il servizio di energia elettrica a Tokyo e i reattori nucleari della centrale danneggiata dal terremoto. Le azioni Tepco hanno perso in questi ultimi giorni oltre il 50% della capitalizzazione.

In generale, man mano che vengono quantificati i danni, terremoto e tsunami di Sendai stanno guadagnando il drammatico titolo di peggior disastro naturale nella storia del Giappone. È intervenuto con un discorso trasmesso a reti televisive unite anche l’imperatore Akihito in cui si è detto “profondamente preoccupato” dalla crisi nucleare e ha chiesto alla nazione di rimanere unita in questo momento di profonda difficoltà.

I mercati finanziari mondiali sono, in queste ultime settimane, sconvolti da una serie di eventi che vanno modificando assetti politici (rivolte in Medio Oriente e Nord Africa), equilibri finanziari ed intere economie nazionali (terremoto in Giappone). La volatilità dei mercati finanziari che ne deriva è pertanto estremamente elevata sia dal punto di vista del trading tradizionale che in modalità CFD.

Il trading online comporta un elevato livello di rischio e può determinare perdite che eccedono il vostro investimento iniziale; accertatevi di aver pienamente compreso i rischi in cui potreste incorrere.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here