Home Economia Esportazioni agroalimentare in Cina, boom per il cibo Made in Italy

Esportazioni agroalimentare in Cina, boom per il cibo Made in Italy

0
CONDIVIDI
Esportazioni agroalimentare in Cina, boom per il cibo Made in Italy
Esportazioni agroalimentare in Cina, boom per il cibo Made in Italy

Nel 2017 le esportazioni di cibo Made in Italy, con un +18% anno su anno, hanno superato i 460 milioni di euro. A rilevarlo, su dati Istat, è stata l’Organizzazione degli agricoltori della Coldiretti in concomitanza con l’apertura dell’Anno del Turismo EU-Cina.

Turismo 2017, 1,4 milioni di cittadini cinesi hanno visitato il nostro Paese

La forte crescita delle esportazioni di cibo italiano in Cina è avvenuta peraltro nello stesso anno in cui ben 1,4 milioni di cittadini di nazionalità cinese hanno visitato in qualità di turisti il nostro Paese.

In particolare, rispetto ad altri Paesi il nostro viene considerato più sicuro e chiaramente di grande attrazione ed appetibilità per le bellezze artistiche e per la ricchezza delle varietà agroalimentari. In merito, non a caso, la Coldiretti ricorda come l’Italia vanti ben 292 tesori Dop e Igp, oltre 500 vini Docg, Doc e Igt, ed oltre 5 mila specialità alimentari tradizionali.

Export agroalimentare in Cina dal vino alla pasta e passando per i formaggi

Il 44% dell’export agroalimentare in Cina, mette altresì in risalto l’Organizzazione dei coltivatori diretti, nel 2017 ha riguardato i prodotti di punta della dieta mediterranea a partire dai vini con un controvalore di 120 milioni di euro, e passando per l’olio di oliva con 40 milioni di euro, la pasta con 23 milioni di euro ed i formaggi per un giro d’affari che, pari a soli 17 milioni di euro, continua a risentire degli effetti negativi legati agli elevati dazi che sono stati ridotti solo di recente.

L’ascesa dell’export verso la Cina, tra l’altro, sta lentamente portando in equilibrio il saldo della bilancia commerciale tra i due Paesi. E questo perché nel 2017, su un export agroalimentare a +18% ad oltre 460 milioni di euro, le importazioni italiane sono invece scese del 10% attestandosi a 570 milioni di euro circa. A contribuire alla crescita dell’export italiano in Cina, tra l’altro, è stata anche la rimozione del bando sulla carne bovina tricolore.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here