Home Economia Guida ai Report Aziendali

Guida ai Report Aziendali

0
CONDIVIDI
Guida ai Report Aziendali
Guida ai Report Aziendali

I report aziendali sono utilizzati nell’ambito del controllo di gestione. La reportistica si concentra sulle risorse e sulle attività dell’azienda. Le tipologie più diffuse di report sono:

  1. Report di produzione e operativi
  2. Bilanci
  3. Fatture e resoconti
  4. Business Report

I report operativi e di produzione sono basati sulle singole attività di produzione e per i singoli prodotti. I dati contenuti in un rapporto operativo, con scadenza mensile consigliata, sono: ricavi, costi del venduto, costo del personale, costi amministrativi o commerciali, ammortamenti, oneri finanziari, oneri e proventi straordinari, interessi attivi e oneri. Le fatture e i resoconti sono alla base di un report finanziario.

Attraverso questo report è possibile effettuare una verifica, in un periodo determinato, di entrate e uscite. La visione d’insieme permette di evidenziare l’andamento finanziario positivo o negativo. Il Business Report è una forma standard di comunicazione aziendale che combina informazioni qualitative e quantitative, utilizzata come documentazione aziendale. Questo report valuta le prestazioni di business, fornisce un rapido controllo della situazione e monitora i progressi verso gli obiettivi strategici del business.

I bilanci rappresentano ovviamente il report per eccellenza sotto il profilo non solo legale e fiscale, ma anche amministrativo: è attraverso la tenuta del bilancio che le aziende possono avere un controllo pressochè onnicomprensivo sull’attività economica svolta dall’azienda e sui risultati conseguiti. L’importanza del bilancio è tale da meritare un articolo a parte (prossimamente su AbcFinanze).

Alcuni report possono presentare la soluzione reale per risolvere un problema aziendale; altri report registrano informazioni di business del passato che possono essere utilizzate per la futura pianificazione aziendale. Un errore frequente in molti business report è che l’autore stabilisce uno scopo del report troppo generale o troppo vago.

I business report sono a supporto di specifici obiettivi organizzativi; le strategie e il processo decisionale sono critici, quindi è necessaria una continuità tra lo scopo del report, la ricerca e, infine le soluzioni, i risultati o le raccomandazioni. Più è marcata questa continuità, maggiore è il peso che il report avrà nel sostenere il processo decisionale. Quando si sceglie un centro d’interesse per un report, uno dei primi passi è quello di definire i fattori analizzati.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here