Home Economia Imprese vanno a ritmi veloci, sale la dimensione media

Imprese vanno a ritmi veloci, sale la dimensione media

0
CONDIVIDI

Secondo Intesa Sanpaolo, che ha evidenziato in pubblico i risultati di un’indagine inerente ad un arco di tempo di circa 10 anni dal 2008 al 2016) il ritmo delle imprese va veloce.

Imprese in crescita, bene il triangolo del Nord Italia

La ripresa risulta estremamente vivace nel triangolo Lombardia/Veneto/Emilia al punto che alcune rilevazioni di Unioncamere hanno parlato di «livelli cinesi». Secondo Gregorio De Felice, capo economista della banca invece, «parlerei di una ripresa a ritmi tedeschi evidenziata da una crescita del Pil pro-capite più alta che in Germania».

I distretti, negli anni presi in esame, sono aumentati più della media di ogni impresa (+10,2 contro 5,9%) e nelle previsioni 2018 e 2019 si auspica un ulteriore aumento di fatturato rispettivamente +2,8% e +3%.

Detto del fatturato è interessante anche analizzare i comportamenti degli imprenditori. Nelle aree distrettuali è salita nel periodo 2008-16 più che altrove la produttività del lavoro (+53,6% contro 50%) e anche l’Ebitda è stato migliore.

Meritevole di rilievo è l’esito delle politiche per il 4.0: il 60% delle imprese della meccanica ha fatto compere di tecnologie Ict nel 2017 e il divario tra le grandi aziende e le piccole non è cosi ampia come si poteva pensare (80,1% contro 65%). E infatti tutti hanno acquistato, finanche le micro imprese, senza contare che le transazioni hanno premiato i distretti tecnologici vicini e non sono andate solo a beneficio delle imprese straniere.

Imprese a ritmi veloci, le novità

Però la novità forse più particolare del monitor curato dalla direzione studi e ricerche di Intesa Sanpaolo concerne la dimensione media delle imprese, considerata da sempre il debole anello del nostro sistema industriale.

Incrociando i dati sulla numerosità delle imprese e la dimensione media del loro fatturato si arriva a dire che le piccole sono cresciute di parecchio, e le grandi sono diventate un po’ più grandi. A stabilire questa concentrazione sono le scelte di vanto di imprenditori che si sono modernizzati assumendo marchi e usando le certificazioni.

La crescita dimensionale non è stata pilotata, è invece avvenuta per effetto di fusioni e acquisizioni delle aziende in difficoltà.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here