Home Economia Prezzi Pasqua 2018 in aumento, spazio a soluzioni antispreco e uova di...

Prezzi Pasqua 2018 in aumento, spazio a soluzioni antispreco e uova di cioccolato fai da te

0
CONDIVIDI
Prezzi Pasqua 2018 in aumento, spazio a soluzioni antispreco e uova di cioccolato fai da te
Prezzi Pasqua 2018 in aumento, spazio a soluzioni antispreco e uova di cioccolato fai da te

Per la Pasqua del 2018 sono attesi rispetto allo scorso anno rincari dell’1,6%, in media, per i prodotti alimentati tipici della festività. A rilevarlo è la Federconsumatori in accordo con un’indagine del proprio Osservatorio Nazionale che, inoltre, pone l’accento sul fatto che quest’anno la tendenza, anche per risparmiare, sarà quella basata non solo sulle soluzioni antispreco, ma anche sulle uova di cioccolato fai da te.

Tra colombe e ovetti di cioccolato, i prezzi per la Pasqua del 2018

Nel dettaglio, l’Osservatorio dell’Associazione dei Consumatori per la Pasqua 2018 rileva aumenti più marcati per la colomba pasquale con quella farcita che registra rincari medi del 3% rispetto al +2%.

Sopra la media, con un +3%, si attestano pure i rincari per gli ovetti di cioccolato, mentre per le uova l’aumento medio dei prezzi si attesta all’1,6%. In controtendenza, invece, l’agnello, ovverosia il secondo tipico del pranzo pasquale, che rispetto allo scorso anno registra prezzi al chilo in calo medio del 2% per quella classica.

Pasqua 2018, i prezzi per il secondo piatto

Considerando sempre il secondo piatto pasquale, invece, rispetto alla Pasqua 2017 aumentano i prezzi per abbacchio (+1%), coniglio (+2%), petto di pollo (+2%), fesa di tacchino (+2%) e salame corallina (+1%). Per gli acquisti di carne, inoltre, la Federconsumatori raccomanda, quando possibile, di comprare sempre presso i rivenditori di fiducia, ed in generale di fare attenzione alla provenienza del prodotto.

Se si acquista carne confezionata nei centri commerciali, è bene controllare che la confezione sia integra, che l’aspetto ed il colore del prodotto siano in linea con quello che deve essere un prodotto fresco, e che sia riportata la data di scadenza. In più, per evitare di non trovare la carne presso il rivenditore di fiducia sotto la Pasqua 2018, l’Associazione dei Consumatori raccomanda di prenotarla presso l’esercente ma non senza aver concordato il prezzo in modo tale poi da evitare brutte sorprese al momento dell’acquisto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here