Home Economia Wall Street cola a picco, forte ribasso e panico tra gli investitori

Wall Street cola a picco, forte ribasso e panico tra gli investitori

0
CONDIVIDI
Wall Street cola a picco, forte ribasso e panico tra gli investitori
Wall Street cola a picco, forte ribasso e panico tra gli investitori

Con un ribasso nell’intraday superiore ai 1.500 punti indice, nella seduta di ieri Wall Street ha fatto registrare il calo più ampio della sua storia proprio in termini di punti indice persi. Già venerdì scorso il mercato aveva chiuso in forte ribasso, ma nella seduta di ieri, lunedì 5 febbraio del 2018, sono stati sfiorati veri e propri momenti di panico sui listini. L’indice delle Blue Chips ha poi chiuso lontano dai minimi di seduta, ma comunque con uno storno del 4,60% corrispondente a ben 1,175.21 punti indice.

Ribassi diffusi sulla piazza azionaria a stelle e strisce

Tutti i titoli guida sono stati bersagliati dalle vendite al Nyse come al Nasdaq, dal colosso bancario Wells Fargo Inc. alla società farmaceutica Bristol-Myers Squibb Co., e passando, nel settore tecnologico, per Qualcomm Inc. e Broadcom Ltd.

Gli operatori hanno spiegato il forte ribasso della piazza di Wall Street con i dati provenienti dal fronte macroeconomico, ed in particolare da quelli del lavoro. Dagli ultimi dati rilasciati, infatti, negli Stati Uniti i salari e l’occupazione sono cresciuti al di sopra delle attese, il che lascia pensare che la Federal Reserve potrebbe adottare una politica monetaria restrittiva attraverso un aumento dei tassi di interesse, nel corso del 2018, su livelli che vanno oltre le previsioni degli economisti.

Rendimenti dei titoli di Stato americani in ascesa

Preoccupa però molto di più l’andamento dei rendimenti dei titoli di Stato americani che è in ascesa, il che significa che il reddito fisso piano piano sta tornando appetibile e, di conseguenza, potenzialmente in concorrenza con il rischio azionario. Proprio da questi due forti ribassi di Wall Street, ieri e venerdì scorso, è probabile che sia scattato il cosiddetto fly to quality con la vendita di azioni ed il contestuale acquisto di titoli di Stato al fine di consolidare i guadagni di Borsa che Wall Street ha fatto registrare in una fase di lungo rally che ha portato gli indici a segnare nuovi massimi storici.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here