Home Investimenti Criptovalute, Bitcoin: quotazioni ripartono alla grande dopo il crollo

Criptovalute, Bitcoin: quotazioni ripartono alla grande dopo il crollo

0
CONDIVIDI
Criptovalute, Bitcoin, quotazioni ripartono alla grande dopo il crollo
Criptovalute, Bitcoin, quotazioni ripartono alla grande dopo il crollo

Dopo aver rotto al ribasso quota 6 mila contro il dollaro, in queste ore le quotazioni del Bitcoin sono ripartite alla grande andando a recuperare fino a 2.500 dollari, ovverosia oltre il 40% rispetto ai minimi. In data odierna, infatti, i prezzi del Bitcoin, sulle principali piattaforme di scambio, hanno lambito quota 8.600 per poi attestarsi in area 8.350 contro il biglietto verde.

Bitcoin tira la volata alle altre monete virtuali

Dopo tante vendite, così come avviene ad esempio sui mercati azionari, un forte rimbalzo per i prezzi delle criptovalute è quasi fisiologico con il Bitcoin che ha tirato la volata di tutte le altre criptomonete.

Attualmente, infatti, guadagnano posizioni, ben lontane dai minimi di 24-48 ore fa, Ethereum, Ripple, Litecoin, Bitcoin Cash, Neo, Qtum e Zcash.

Secondo Goldman Sachs saranno poche le criptovalute che sopravviveranno

Considerando che attualmente ci sono circa 1.500 criptovalute, è lecito pensare che a regime per il mercato delle monete virtuali ci sarà una vera e propria selezione naturale.

A pensarla così, in accordo con quanto è stato riportato da wallstreetitalia.com, è la banca d’affari americana Goldman Sachs che, a regime, prevede infatti che a rimanere in vita sarà solo un numero ristretto di criptovalute, mentre per tutte le altre i trader dovranno fare i conti con il fatto che, con ogni probabilità, saranno totalmente svuotate del loro valore.

In altre parole solo poche criptomonete sopravviveranno quando il mercato, rispetto all’attuale fase convulsa, sarà più maturo.

Intanto, in accordo con quanto è stato riportato dall’Agenzia di Stampa Ansa.it, pure il Tesoro americano ha preso una posizione chiara sulle criptovalute nell’esprimere preoccupazione non solo per il fatto che molti usano il Bitcoin e le altre criptomonete come una forma di investimento, ma anche perché le monete digitali possono essere il veicolo per mettere a segno operazioni ‘cattive’ a partire dalle frodi e passando per il riciclaggio di denaro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here