Home Investimenti Criptovalute, Bitcoin: weekend sul rimbalzo dopo la tempesta, durerà?

Criptovalute, Bitcoin: weekend sul rimbalzo dopo la tempesta, durerà?

0
CONDIVIDI

Dopo un’altra due giorni da brividi, per le criptovalute sulle piattaforme di scambio è scattato un tentativo di rimbalzo la cui durata potrebbe anche essere effimera. In particolare il Bitcoin, dopo essere sceso fin sotto quota 8 mila contro il dollaro, in questo momento passa di mano a 9.300 circa nei confronti del biglietto verde.

Bitcoin rimbalza insieme a Ripple, Ethereum e Litecoin

Dopo la tempesta, è un weekend sul rimbalzo pure per tante altre monete virtuali a partire da Ripple che è tornato a flirtare in area 1 dollaro dopo che solo 48 ore fa aveva rotto al ribasso la soglia di 0,70 contro il biglietto verde. Stessa musica pure altre criptomonete come Ethereum, Litecoin e Bitcoin Cash con i cripto-trader, rimasti con le posizioni long, che in questo momento si stanno leccando le ferite.

Vedremo se nei prossimi giorni per le criptomonete scatterà una nuova mattanza, ma quel che è certo è che le monete virtuali, a partire proprio dal Bitcoin, sembrano essere letteralmente sotto assedio.

Criptomonete sotto assedio da parte di governi e banche centrali

Dalla Cina alla Corea del Sud, e passando per il Giappone e gli Stati Uniti, infatti, le banche centrali ed i governi sembrano ora intenzionati ad una stretta contro i rischi legati all’anonimato da parte di coloro che effettuano transazioni in criptovaluta. Il timore è infatti quello del riciclaggio di denaro, finanziamento al terrorismo ed altre attività illecite che possono essere mascherate proprio attraverso pagamenti al di fuori dei circuiti di pagamento tradizionali.

Pure Facebook, tra l’altro, si è messa di traverso nei confronti delle criptovalute. Il colosso americano di Menlo Park, quotato in Borsa a Wall Street, nei giorni scorsi ha infatti reso noto che non accetterà più all’interno del proprio social network inserzioni legate alle monete virtuali. E questo perché sinora l’esperienza in merito sul social è stata caratterizzata dalla visione, da parte degli utenti, di messaggi pubblicitari a volte fuorvianti, altre volte letteralmente ingannevoli.

Il nostro punteggio
Clicca per lasciare un voto!
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here