Home Investimenti Come investire in ETF

Come investire in ETF [Ecco come farlo – 2021]

0
CONDIVIDI

Pubblicato: 14 Gennaio, 2021 di Giulia M.

Ecco un articolo per scoprire come investire in ETF, fra gli investimenti più popolari degli ultimi anni.

Gli ETF (Exchange Traded Fund) sono fra gli strumenti finanziari più diffusi in Italia. Nel corso dell’articolo la nostra redazione vi spiegherà nel dettaglio cosa sono questi strumenti, come comprarli e dove farlo.

Perché gli ETF sono molto popolari? Perché sono strumenti:

  • Flessibili: non possiedono una data di scadenza e si possono liquidare velocemente 
  • Semplici: sono molto semplici da attivare e da capire
  • Economici: i costi legati agli ETF sono molto bassi
  • Trasparenti: il loro prezzo viene sempre aggiornato

Dovete investire in ETF solo sulle migliori piattaforme di trading perché è necessario affidarsi solo a Broker sicuri e regolamentati come ad esempio eToro. Nel corso del nostro articolo vi spiegheremo tutto quello che dovete sapere sugli ETF!

Piattaforma: etoro
Deposito Minimo: 50€
Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Adatto per principianti
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: trade
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Specialista a disposizione
  • Metatrader 4
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    75,80% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro
    Piattaforma: capital
    Deposito Minimo: 20€
    Licenza: Cysec
  • Piattaforma Metatrader MT4
  • Decine di criptovalute
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: xtb
    Deposito Minimo: 250€
    Licenza: Cysec
  • Demo Gratuita
  • Gruppo Whatsapp
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: plus500
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Piattaforma professionale
  • Demo gratis
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star

    Cosa sono gli ETF?

    Un Exchange-Traded Fund (ETF) è un fondo di investimento che negozia su una borsa, come un titolo azionario. Praticamente li ETF replicano l’andamento degli Asset sottostanti.

    Gli ETF sono simili ai fondi comuni di investimento, ad eccezione delle azioni degli ETF che possono essere acquistate e vendute per tutta la giornata di negoziazione. I fondi comuni di investimento invece negoziano solo alla chiusura del mercato.

    Gli ETF hanno due importanti caratteristiche: sono diversificati come i fondi comuni di investimento e sono facili da scambiare.

    È molto importante diversificare il potafoglio, così se un titolo va male si ammortizza il rischio con gli altri strumenti finanziari del portafoglio.

    Gli ETF vi danno la possibilità di acquistare e vendere un paniere di attività senza dover acquistare tutti i componenti singolarmente. Come abbiamo anticipato, gli ETF comportano un basso livello di rischio, sono semplici e veloci da negoziare e sono profittevoli.

    Un ETF funziona in questo modo: il gestore del fondo possiede le attività sottostanti, progetta un fondo per monitorare le loro prestazioni e vende le azioni di quel fondo agli investitori. Gli azionisti possiedono una parte di un ETF, ma non possiedono le attività sottostanti del fondo. Gli investitori in un ETF che replica un indice azionario ottengono pagamenti forfettari di dividendi, o reinvestimenti, per i titoli che compongono l’indice. 

    Come funziona un ETF? 

    Ecco i principali passaggi:

    • Un fornitore di ETF considera l’insieme delle attività, tra cui azioni, obbligazioni, materie prime o valute, e ne crea un paniere unico.
    • Gli investitori possono acquistare una quota di quel paniere, proprio come l’acquisto di azioni di una società.
    • Acquirenti e venditori negoziano l’ETF durante il giorno in borsa, proprio come un titolo.

    In sintesi l’ETF è un indice/benchmark di un portafoglio di investimenti.

    Investire in ETF: costi e tassazione

    In generale, gli ETF hanno commissioni inferiori rispetto ai fondi comuni di investimento e ad altri strumenti finanziari simili, e questa è una ragione del loro fascino.

    Gli ETF offrono anche vantaggi in termini di efficienza fiscale agli investitori. 

    Un vantaggio degli ETF è sicuramente il fatto che sono in media più economici e facili da sottoscrivere.

    Oltretutto dal 2014 i profitti generati dagli ETF devono essere registrati come “reddito da capitale“e le minusvalenze vanno registrate come “reddito diverso”.

    L’aliquota sugli ETF è pari al 26% tranne che per gli ETF sui titoli di Stato Italiani che hanno un’aliquota del 12.5%, la stessa dei Buoni Postali.

    Non sono necessari enormi fondi per investire in ETF, bastano anche 200 euro con piattaforme come eToro.

    Vantaggi e Svantaggi dell’investire in ETF

    Gli investitori americani hanno investito nel 2018 più di 3 trilioni di dollari in ETF. Gli investitori amano gli ETF per la loro semplicità, la relativa economicità e l’accesso a un prodotto diversificato.

    Vantaggi

    1. Diversificazione: gli ETF permettono anche ai piccoli investitori di diversificarsi orizzontalmente, come le industrie. Ci vorrebbero molti soldi e sforzi per acquistare tutti i componenti di un particolare portafoglio, ma con un semplice clic dal proprio smartphone o tablet, un ETF offre questi benefici.
    2. Trasparenza: chiunque abbia una connessione ad Internet può cercare il prezzo di un particolare ETF in uno scambio. Inoltre, le partecipazioni di un fondo sono divulgate ogni giorno al pubblico, mentre ciò avviene mensilmente o trimestralmente con i fondi comuni di investimento.
    3. Agevolazioni fiscali: gli investitori sono generalmente tassati solo al momento della vendita dell’investimento, mentre i fondi comuni di investimento sostengono tali oneri nel corso dell’investimento.

    Svantaggi

    1. Costi commerciali: poiché gli ETF sono negoziati in borsa, potrebbero essere soggetti a commissioni da parte di broker online. Molti broker hanno deciso di rendere nulle le loro commissioni sugli ETF, come ad esempio eToro.
    2. Rischio di chiusura dell’ETF: nel caso in cui un fondo non ha portato abbastanza risorse per coprire i costi amministrativi. Il più grande inconveniente è che gli investitori devono vendere prima del previsto e probabilmente in perdita. C’è anche il problema di dover reinvestire quel denaro.

    Quanto rendono gli ETF?

    Ovviamente dipende dal tipo di ETF scelto, anche se in generale è considerato un investimento con un buon rendimento.

    Nel 2020 gli ETF con il rendimento maggiore sono stati:

    • S&P Global Clean Energy: con un rendimento approssimativo del 99%
    • BVP Nasdaq Emerging Cloud: con un rendimento approssimativo del 88%
    • MVIS Global Video Gaming and eSports: con un rendimento approssimativo del 69%
    • Elwood Blockchain Global Equity: con un rendimento approssimativo del 65%
    • EMQQ Emerging Markets: con un rendimento approssimativo del 64%

    Adesso è il momento di capire dove investire in ETF!

    Dove negoziare i migliori ETF

    Abbiamo già anticipato che è necessario investire sempre sulle piattaforme di trading sicure e regolamentate e che alcuni Broker potrebbero applicare commissioni sugli ETF.

    Una piattaforma che consente di investire in ETF senza commissioni, senza costi fissi e con un deposito minimo di soli 200 euro è eToro.

    Investire in etf sulle migliori piattaforme di trading

    Gli ETF sono diventati estremamente popolari tra gli operatori e gli investitori negli ultimi anni per una buona ragione. Semplici, trasparenti ed efficienti in termini di costi, offrono un modo semplice per ottenere l’esposizione a un’ampia gamma di attività tra cui azioni, obbligazioni, materie prime e immobili.

    Nella piattaforma eToro ci sono più di 100 ETF fra cui scegliere e la piattaforma è veramente semplicissima da utilizzare.

    Alcuni esempi di ETF su eToro sono:

    • ETF SPDR S&P 500 (SPY), che ricalca le performance dell’indice S&P 500.
    • Technology Select Sector SPDR ETF (XLK), che offre una rappresentazione delle aziende tecnologiche statunitensi.
    • ETF SPDR Gold (GLD), che replica le prestazioni dell’oro.

    Vicino ad ogni ETF quotato, c’è lo Spread applicato ed il tasto per procedere con l’acquisto. eToro inoltre offre il servizio di Copy Trading per copiare gli investimenti in ETF dei migliori investitori del mondo.

    Adesso dovete solo registrarvi ad eToro, scaricare la Demo gratuita ed iniziare ad investire.

    Clicca qui per negoziare gli ETF su eToro

    Conclusioni

    Nel corso del nostro articolo vi abbiamo spiegato dettagliatamente come investire in ETF e cosa sono gli ETF.

    Un ETF è un tipo di titolo che comporta una raccolta di titoli, come i titoli azionari, che spesso replica un indice sottostante, anche se possono investire in un numero qualsiasi di settori industriali o utilizzare varie strategie. Gli ETF sono per molti aspetti simili ai fondi comuni di investimento; tuttavia, sono quotati in borsa e in azioni ETF per tutta la giornata proprio come le azioni ordinarie.

    Sono sicuramente fra gli investimenti più innovativi e redditizi degli ultimi anni.

    Prima di procedere ad investire in ETF vi suggeriamo di controllare anche quelli che erano gli investimenti da fare nel 2020.

    Negoziate sempre su piattaforme sicure e regolamentate come eToro:

    Piattaforma: etoro
    Deposito Minimo: 50€
    Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Adatto per principianti
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    ✅  In cosa consistono gli ETF?

    Gli ETF (Exchange Traded Funds), sono strumenti finanziari di investimento a gestione passiva, ovvero sono strumenti che replicano un indice di riferimento.

    ✅  Come investire in ETF?

    Su piattaforme di trading serie come ad esempio eToro. Per maggiori dettagli consulta il nostro articolo.

    ✅  Quando sono nati gli ETF?

    Gli ETF sono nati nel Gennaio del 1993. Il primo ETF della storia venne emesso negli Stati Uniti sull’AMEX (American Stock Exchange) e si chiamava SPDRs (Standard&Poor’s Depositary Receipts) perché riproduceva l’andamento dell’indice S&P 500.

    ✅ Quando arrivarono in Italia gli ETF?

    Il primo ETF arrivò a Piazza Affari nel 2002. Gli ETF sono cresciuti tantissimo in Italia e ad oggi sono circa 150.

    Il nostro punteggio
    Clicca per lasciare un voto!
    [Totale: 0 Media: 0]

    LASCIA UN COMMENTO

    Please enter your comment!
    Please enter your name here