Home Investimenti Moneyfarm opinioni: conviene? Come funziona e alternative

Moneyfarm opinioni: conviene? Come funziona e alternative

1
CONDIVIDI

Da diverso tempo si parla di Moneyfarm come di una interessante opportunità per poter investire sui mercati finanziari anche senza grandi conoscenze. Un modo innovativo e dinamico per gestire gli investimenti personali, di proprietà di una importante società di consulenza finanziaria  e con diversi punti da approfondire.

Cerchiamo ora di riepilogare quali sono le principali opinioni su Moneyfarm, come funziona, quali sono i rendimenti e i costi e quali siano – infine – le migliori alternative, come la piattaforma di investimento eToro (clicca qui per il sito ufficiale).

Come funziona Moneyfarm

Cominciamo dalle basi: come funziona Moneyfarm?

In sintesi, Moneyfarm è un servizio di consulenza finanziaria personalizzata che permette a tutti (o quasi) di poter impiegare sui mercati finanziari il proprio capitale. Naturalmente, questo servizio di consulenza e di operatività ha dei costi da non sottovalutare (ne parleremo più tardi), ma ci sono comunque diversi vantaggi che rendono Moneyfarm un’opzione da tenere in considerazione quando ci si avvicina per la prima volta al mondo del trading, o si vuole valutare un modo più innovativo e dinamico per poterlo fare.

Il funzionamento di Moneyfarm è infatti piuttosto semplice. Una volta iscritti, all’investitore verrà sottoposto un questionario online utile per poter definire il suo profilo di rischio e gli obiettivi di rendimento attesi.

Così facendo, Moneyfarm è in grado di elaborare una strategia di investimento che viene poi sottoposta all’investitore. Solamente se l’investitore accetterà la proposta, l’investimento verrà effettuato. In caso contrario, Moneyfarm non investirà nemmeno un euro del capitale del proprio cliente.

moneyfarm

Costi Moneyfarm: le commissioni

Come abbiamo già detto nelle scorse righe, se è vero che Moneyfarm ha introdotto nel mercato italiano un innovativo sistema di consulenza finanziaria, è anche vero che ci sono alcuni svantaggi che bisognerebbe tenere in debita considerazione.

Il primo, e più noto e discusso, è che Moneyfarm non è gratuito. Anche se l’iscrizione è gratuita, quando si inizia a investire si pagano delle commissioni non sottovalutabili, che potrebbero rendere il rendimento finale dell’operazione un po’ più basso o, addirittura, erodere in tutto l’utile stimato.

Ad ogni modo, non si tratta certo di una fregatura! Considerato che Moneyfarm effettua delle attività di consulenza, è del tutto lecito e prevedibile che debba essere ricompensata per tutto ciò. Peraltro, i costi e le commissioni di Moneyfarm sono esplicitate in maniera chiara e trasparente sul proprio sito internet, dove è presente un’applicazione utile per poter calcolare l’ammontare delle commissioni in relazione al capitale investito.

Insomma, Moneyfarm non fa nulla di nascosto, ed è molto corretta nel condividere con i suoi clienti attuali e potenziali quanto costano i suoi servizi. A proposito: quanto costa Moneyfarm?

La commissione che la società applica ai propri clienti dipende innanzitutto dal volume di investimento transato all’interno della propria piattaforma. Per i piccoli investimenti, in particolare, la commissione è pari all’1% del capitale investito, mentre per chi ha grandi capitali la commissione scende fino allo 0,30%. In questo approfondimento, terremo comunque conto una percentuale pari all’1%, che è quella che pagherà la maggior parte dei piccoli o dei medi investitori. Ovvero, per intenderci, quelli che impiegheranno qualche centinaia o migliaia di euro in Moneyfarm.

A questo punto percentuale di commissione bisogna poi aggiungere il costo dei fondi, che è in media pari allo 0,26%. In questo caso, il costo è fisso, e non è dipendente dal capitale. Moneyfarm, infatti, investe i soldi dei propri clienti in fondi, i quali domandano una remunerazione per la loro attività di gestione, stimata nello 0,26%.

In aggiunta a tutto ciò, c’è anche un costo implicito, rappresentato dallo spread, ovvero dalla differenza tra i costi di acquisto e i costi di vendita degli strumenti finanziari, pari ad un massimo dello 0,07%. Si tratta di un costo comunque ricorrente in ogni piattaforma con meccanismo bid-ask, e peraltro piuttosto contenuta e, come tale, discretamente trascurabile.

Sommando le varie voci di onerosità per un investimento in Moneyfarm emerge dunque che investire i propri soldi in questo operatore ha un costo che si aggira intorno all’1,2% – 1,3%. È molto o è poco?

Non lo sappiamo! Certamente, se l’investimento dovesse fornire un rendimento elevato (il 5% o il 6%, per esempio), questa commissione potrebbe risultare essere ben assorbibile. In tempi di tassi bassi, però, come quelli attuali, c’è il serio rischio che la commissione finisca con l’assorbire anche tutto il profitto generato.

In aggiunta a quanto sopra, ci piace ricordare che ci sono tantissimi servizi di trading online, come eToro (clicca qui per il sito ufficiale), che ti permetteranno di effettuare investimenti online gratuitamente, senza pagare alcuna commissione. L’unica remunerazione che il broker percepisce è infatti quella dello spread, ovvero del differenziale tra i prezzi di acquisto e i prezzi di vendita degli strumenti finanziari.

Investimento minimo Moneyfarm

Un altro elemento che vogliamo condividere con tutti i nostri lettori è legato all’investimento minimo con Moneyfarm. Contrariamente a quanto avviene con molti broker come eToro, che ti permettono di effettuare un investimento finanziario a partire da soli 200 euro, con Moneyfarm l’investimento minimo è di 5.000 euro.

Certo, non parliamo di una cifra particolarmente elevata, ma comunque in grado di rendere questo servizio a beneficio solo di chi ha un capitale da investire di media entità. Chi invece vuole investire piccole cifre per poter comprendere come funziona il trading online, può farlo ricorrendo a broker come eToro (qui il sito ufficiale), in grado di guidare i nuovi trader con impieghi a partire da soli 200 euro, senza commissioni.

moneyfarm

Conviene Moneyfarm?

Ma allora conviene Moneyfarm? O è meglio starne alla larga?

È difficile riassumere tutti i pro e tutti i contro di Moneyfarm, in relazione a broker come eToro, trattandosi di due servizi comunque un po’ diversi.

In linea di massima, quando parliamo di Moneyfarm può essere subito utile sottolineare che non siamo di fronte a truffe e frodi, ma a un servizio di consulenza finanziario apprezzato e apprezzabile, che permette a tutti i trader di poter entrare nei mercati finanziari in maniera professionale e “guidata”. Insomma, un operatore serio, come Fineco o IwBank.

Si tratta tuttavia di un sistema che si rivolge solamente a quelle persone che hanno un capitale da impiegare almeno di medio importo (5.000 euro), e che possono sopportare il pagamento di una commissione pari a oltre l’1%, più i costi dei fondi.

In sintesi, i vantaggi di Moneyfarm sono riassumibili in:

  • sicurezza: puoi fare trading con Moneyfarm con la sicurezza di avere a che fare con un operatore regolarmentato e autorizzato;
  • facilità: usare Moneyfarm è effettivamente molto semplice. Non dovrai avere grandi conoscenze finanziarie, ma solo condividere alcune informazioni con la piattaforma, che ti guiderà passo dopo passo verso l’investimento che riterrà più adeguato;
  • trasparenza: Moneyfarm si è sempre dimostrato molto corretto e chiaro quando ha condiviso le condizioni di operatività.

Di contro, gli svantaggi di Moneyfarm sono principalmente:

  • capitale minimo pari a 5.000 euro, che potrebbe scoraggiare i piccoli risparmiatori;
  • commissioni non sottovalutabili, soprattutto se confrontate con altre forme di investimento gratuito, come quelle di eToro (clicca qui per il sito ufficiale);
  • rendimenti non garantiti, e a volte insufficienti per poter compensare le commissioni;
  • investimenti effettuati solo con posizioni long, con conseguente partecipazione al rendimento solo ed esclusivamente se il mercato è in trend rialzista.

Fare investimenti con eToro

Considerato che ne abbiamo fatto cenno in più di qualche occasione nelle scorse righe, giunge il momento di occuparci di eToro, al fine di comprendere per quale motivo la riteniamo una migliore alternativa a MoneyFarm.

moneyfarm

Etoro è uno dei broker più noti e apprezzati al mondo, con una fama… ben meritata! Si tratta infatti di un operatore serio e autorizzato, regolamentato e affidabile, che dispone di una piattaforma di trading intuitiva e professionale, ben in grado di soddisfare le esigenze di trading sia dei neofiti che dei trader più esperti.

Quel su cui vogliamo tuttavia concentrarci oggi è un altro aspetto fondamentale di eToro, che lo rende una fantastica alternativa a Moneyfarm: il copy trading e i copyfunds di questo broker.

Prima, però, ricorda che con eToro puoi:

  • fare trading senza commissioni. Tutte le operazioni di trading su eToro sono gratuite, perché l’unica fonte di remunerazione per il broker è rappresentata dallo spread tra i prezzi di acquisto e di vendita;
  • investire a partire da soli 200 euro di capitale impiegato, contro i 5.000 euro previsti da Moneyfarm;
  • fare investimenti sia al rialzo che al ribasso, potendo così cercare il profitto sia nel momento in cui il mercato cresce, sia nel momento in cui il mercato diminuisce. L’unico elemento che rileva sarà la correttezza della propria previsione di investimento;
  • usare una piattaforma sicura e regolamentata, autorizzata dagli enti di regolamentazione europei e, per giunta, dotata di una delle interfacce più semplici e apprezzabili che abbiamo mai usato;
  • fruire della leva finanziaria, al fine di moltiplicare i profitti (ma attenzione, in caso di previsione errata moltiplicherai anche le perdite!);
  • copiare gli investitori più esperti.

Ma come funziona quest’ultimo punto?

Copytrading di eToro

Il copytrading di eToro è probabilmente uno dei fattori che ha reso eToro un broker di successo planetario. Ma di cosa si tratta?

In termini contenuti, il copytrading di eToro è una particolare modalità di investimento che ti permetterà – appunto – di copiare le tecniche di trading degli investitori più esperti.

Una volta che avrai aperto gratis un conto di trading con eToro (cliccando qui – sito ufficiale!), dovrai accedere alla sezione Persone e usare la maschera di ricerca per poter individuare il trader (o, meglio, i trader) da copiare.

Trovati gli investitori che vuoi seguire, non dovrai far altro che indicare al broker la tua intenzione di copiarli e stanziare del capitale per questa occasione.

Confermata l’operazione, da quel momento il broker inizierà a copiare per te tutto quello che faranno i trader esperti che hai voluto copiare. In questo modo, pur non avendo la loro conoscenza e la loro esperienza, potrai partecipare ai profitti determinati dalle loro operazioni.

Evidentemente, il copytrading non è affatto un modo semplice per fare soldi!

Ricorda infatti che anche i trader più esperti non sono certo immuni da perdite, e ricorda che le loro prestazioni passate non sono un’indicazione di quelle future!

Pensa pertanto al copytrading come a un modo per poter diversificare il tuo impegno da trader, poggiando le tue scelte su quelle di investitori più esperti, che dovrai selezionare tra quelli con profilo di rischio simile al tuo.

Così facendo potrai anche crescere sotto il profilo professionale: seguendo le operazioni dei trader seguiti, e sforzandoti di comprendere quali siano state le ragioni che li hanno condotti a compiere le operazioni che hanno realizzato, riuscirai probabilmente a migliorare le tue competenze!

A proposito di diversificazione, vogliamo concludere con un breve cenno ai CopyFunds, degli strumenti che ti permetteranno di investire in veri e propri fondi curati attentamente dagli esperti di eToro: un’altra buona ragione in più per poter testare gratuitamente tutti i servizi di eToro aprendo qui un conto demo. Anche con l’account dimostrativo potrai infatti utilizzare tutte le funzionalità di questo broker!

Quando ti sentirai sufficientemente pronto per poter investire con denaro reale, non dovrai far altro che aprire un conto di trading con questo ottimo broker.

Conclusioni

Chiarito quanto sopra, non ci resta che trarre qualche considerazione di sintesi.

Rammenta che MoneyFarm è una soluzione davvero affidabile per chi vuole cercare di investire con la consulenza e la guida di un team di esperti. Ricorda però che non mancano i punti di svantaggio che, come sopra abbiamo avuto modo di accennare in maniera più dettagliata, hanno come biglietto da visita principale la presenza di commissioni che potrebbero erodere in tutto o in parte i rendimenti prodotti dagli investimenti.

Con eToro potrai invece effettuare investimenti gratuiti, senza commissioni, a partire da soli 200 euro, e con tante opzioni che renderanno il tuo trading ancora più accattivante. Pensa alla possibilità di investire con posizioni long (al rialzo) o short (al ribasso), o ancora alla possibilità di utilizzare la leva finanziaria per poter incrementare le opportunità di ottenere un rilevante profitto.

Se vuoi parlarne con i nostri lettori, non devi far altro che usare lo spazio tra i commenti. Buon trading!

Il nostro punteggio
Clicca per lasciare un voto!
[Totale: 0 Media: 0]

1 commento

  1. Commissioni alte, slippage, customer service inesistente.. Ma chi vogliono prendere in giro? Da quando uso eToro ho abbattuto le commissioni di oltre il 95%…. Fate voi…. Quello sì che è un vero broker!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here