Home Fisco e Leggi Canone Rai , Dichiarazione per non pagare il canone TV

Canone Rai , Dichiarazione per non pagare il canone TV

0
CONDIVIDI

Per non pagare il canone TV l’unica possibilità è presentare una dichiarazione di non possesso di apparecchio atto alla ricezione dei programmi televisivi. Per fare questo occorre presentare la dichiarazioni su moduli predisposti scaricabili anche online.

Qual è il termine di presentazione

Il termine per la presentazione per l’anno 2018 è il 31 gennaio 2018 ma siccome il canone decorre dal primo di gennaio, sarebbe inevitabile l’addebito in bolletta della prima rata per il recupero della quale sarebbe poi necessario presentare una domanda di rimborso a fronte della dichiarazione di non possesso presentata entro i limiti. Per evitare questo problema è consigliabile presentare la dichiarazione entro la fine del mese di dicembre, sa fatta online oppure al massimo entro il 20 dello stesso mese per la forma cartacea. Quanto sopra in conformità alle istruzioni dell’Agenzia delle Entrate
Secondo la legge di Stabilità 2016, si determina la presunzione di possesso di un apparecchio televisivo per ciascuna utenza elettrica e pertanto su ciascuna di queste viene addebitato il canone TV in 10 rate mensili.

Come presentare la dichiarazione

Dal momento che il canone TV è legato al possesso presunto di un apparecchio TV, in caso ciò non fosse è necessario fare una dichiarazione da cui risulti che presso il luogo in cui è attiva ciascuna utenza elettrica intestata all’interessato non è presente alcun apparecchio TV proprio o di terze persone.

La stessa dichiarazione può essere resa da eredi di persone defunte relative ad utenze elettriche ancora attive e intestate al defunto. La certificazione può essere fatta online sui siti dell’Agenzia delle Entrate o della RAI ma anche in forma cartacea inviando la dichiarazione in plico senza busta all’indirizzo: Agenzia delle Entrate Ufficio di Torino 1 S.A.T. – Sportello Abbonamenti TV – Casella Postale 22 – 10121 Torino. Attenzione alle dichiarazioni mendaci che costituiscono reato punibile anche con la reclusione fino a due anni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here