Home Fisco e Leggi Piccolo imprenditore porta in giudizio Unilever e vince

Piccolo imprenditore porta in giudizio Unilever e vince

0
CONDIVIDI

Un piccolo imprenditore, produttore di ghiaccioli ha portato in Tribunale la Unilever in quanto proprietaria del marchio di gelati Algida e, dopo alcuni anni di lungaggini giudiziarie ha vinto la sua battaglia contro il colosso industriale.

La vicenda nasce in Romagna dove ha sede l’azienda dell’imprenditore, solo 17 dipendenti, che produce ghiaccioli, nell’aprile 2013 e poi a maggio 2015 aveva inviato una segnalazione all’Authority poiché agli stabilimenti balneari venivano forniti i gelati Algida ma ai rivenditori veniva fatto firmare un contratto di esclusiva, gli stessi avevano il divieto di vendere prodotti concorrenti, sbarrando la strada ad altri produttori, tra cui anche al piccolo imprenditore che non ha affatto gradito. Da qui la segnalazione in quanto il comportamento della Unilever veniva considerato contrario ai principi della libera concorrenza.

La decisione dell’Antitrust

La segnalazione di Yuri Invelenato, comproprietario della piccola impresa, è stata valutata dall’Antitrust che, svolte le dovute indagini, ha concluso che effettivamente Unilever con il marchio Algida ha messo in atto una politica commerciale di carattere esclusivo ponendo condizioni atte a eliminare qualsivoglia concorrenza di mercato. Il titolare della piccola impresa di Sant’Arcangelo di Romagna ha visto riconoscere le proprie ragioni e la grande società è stata condannata al pagamento di una pesante sanzione pari a 60 milioni di Euro.

Per una volta la potenza economica non ha visto soccombere il più debole, la Unilever con il settore dei gelati fattura tra i 400 e i 1200 milioni di Euro mentre la piccola azienda che è uscita vincitrice ne fattura 700 mila, davvero Davide contro Golia. Unilever ha comunque annunciato appello contro la decisione dell’Antitrust. Secondo Unilever, infatti, l’Authority ha compiuto errori di valutazione in corso di indagine, quindi non si arrende al pagamento di una così elevata sanzione. Davide vincerà anche in appello?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here