Home Forex & Trading online Broker criptovalute ed exchange, ecco come entrare nel mondo delle valute virtuali

Broker criptovalute ed exchange, ecco come entrare nel mondo delle valute virtuali

0
CONDIVIDI

Quella riguardante le criptovalute è una nuova corsa all’oro, ed anche l’inizio di una nuova rivoluzione per il mondo della finanza e dei pagamenti digitali, oppure sarà un vero e proprio disastro come la bolla dei tulipani nell’economia olandese del Seicento? La domanda è d’obbligo visto che, rispetto ai massimi storici, negli ultimi giorni tutti i prezzi delle principali criptovalute si sono più che dimezzati.

Sulle piattaforme di scambio si è infatti scatenato il panico e la corsa alle vendite, ma anche per la classifica sui broker criptovalute c’è da dire che anche le piattaforme di trading degli intermediari online sono state letteralmente prese d’assalto o per chiudere le posizioni long sui CFD in criptovalute, oppure per aprire sulle monete virtuali nuove posizioni short, e quindi al ribasso, su criptomonete come il Bitcoin, Ripple, Ethereum e Litecoin.

Trading online monete virtuali con broker e piattaforme di scambio

Ci sono infatti due modi per poter negoziare le criptovalute, quello diretto attraverso le piattaforme di scambio, che sono note anche come exchange, e quello indiretto attraverso l’apertura di un conto con un broker online che permette di investire sulle criptomonete attraverso i Contratti per Differenza (CFD) che sono in tutto e per tutto degli strumenti finanziari derivati.

Con gli exchange, quindi, si acquista e si vende ‘fisicamente’ la valuta digitale, mentre con i broker online si aprono posizioni al rialzo o al ribasso su strumenti finanziari, i CFD appunto, che come sottostante hanno proprio una criptovaluta che può essere non solo il Bitcoin, ma anche Ethereum, Ripple o Litecoin.

Al riguardo, per gli exchange come per i broker online, occorre fare attenzione al fatto che non tutte le piattaforme di scambio e non tutti gli intermediari permettono di fare trading su tutte le principali criptovalute. Ad esempio, ci sono exchange che non consentono di aprire posizioni su criptovalute meno note o comunque meno capitalizzate come Tron, Neo e Qtum, e lo stesso dicasi pure per i broker online che possono proporre i CFD su Bitcoin, Ethereum, Ripple e Cardano, ma non su altre monete digitali come ad esempio Monero, Iota e Verge giusto per citarne alcune.

Aprire un account con un exchange, o un conto di trading in criptovalute con i migliori broker online, è gratuito così come per gestire i piccoli investimenti in monete virtuali le piattaforme di scambio e gli intermediari che propongono i CFD accettano i versamenti di denaro non solo attraverso un conto corrente bancario di appoggio, ma anche con la propria carta di credito.

La giungla delle criptovalute e la capitalizzazione di mercato

Se non un far west, quello delle criptovalute ad oggi è in ogni caso un mondo che, sebbene affascinante e rischioso nello stesso tempo, assomiglia in tutto e per tutto ad una giungla ragion per cui la prudenza nell’investire non è mai troppa.

Se infatti il Bitcoin, Ethereum, Ripple e Bitcoin Cash sono attualmente le criptovalute con la maggiore capitalizzazione di mercato, e con il maggior controvalore giornaliero degli scambi, è anche vero che attualmente ci sono circa 40 monete virtuali con una capitalizzazione di mercato che è superiore al miliardo di dollari.

E complessivamente, considerando anche quelle meno capitalizzate, le criptovalute esistenti sono oltre mille il che significa che l’universo delle monete virtuali non è più rappresentato solo dal Bitcoin. Anzi, l’offerta di criptomonete è in forte crescita con la conseguenza che si potrebbe anche non assistere più ai rialzi stellari generalizzati, e spesso indiscriminati, che sono stati registrati nel corso del 2017.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here