Home Forex & Trading online Comprare azioni Banca Intesa conviene?

Comprare azioni Banca Intesa conviene? [2020]

0
CONDIVIDI

Quando si parla di grandi banche italiane, la mente non può che correre alla principale big della Penisola, Intesa Sanpaolo. Ma conviene comprare azioni Banca Intesa? O è meglio tenersi alla larga dal titolo di questa grande azienda di credito?

Nel focus di oggi abbiamo voluto cercare di analizzare in maniera completa le azioni Banca Intesa (ora azioni Intesa Sanpaolo), cercando di capire:

  • quali siano le caratteristiche di questo investimento;
  • se convenga o meno investire in Intesa Sanpaolo;
  • come si possa fare per comprare azioni Banca Intesa nel modo più conveniente.

Andremo ad affrontare tutti questi temi con gradualità, accompagnandoti passo dopo passo nel tentativo di comprendere se l’acquisto di queste azioni faccia o meno al caso tuo.

Prima di far ciò, però, ti consigliamo di aprire subito un conto di trading GRATIS presso uno dei migliori broker disponibili in Italia, come eToro (sito ufficiale).

Il motivo è semplice!

Non vogliamo indurti a investire subito del denaro, soprattutto se non hai esperienza di trading alle spalle. Piuttosto, vogliamo farti aprire un conto di trading demo con eToro per poterti far sfruttare i potenti strumenti di investimento che questo operatore può garantirti gratis.

Aprire un conto di trading demo con questa piattaforma ti permetterà infatti di poter avere accesso a un software di negoziazione “virtuale”. Una sorta di “replica” del conto di trading, con la quale potrai effettuare tutte le operazioni che ritieni più opportune, ma usando il plafond di denaro virtuale del broker, invece che il tuo capitale “reale”.

In questo modo potrai mettere in atto tutti gli spunti che troverai nelle prossime righe senza alcun pericolo!

Leggi anche: Guadagnare da casa, 5 modi per riuscirci subito!

Comprare azioni Banca Intesa: conosciamo il nostro titolo!

Quando si investe in azioni, la prima cosa che si dovrebbe fare è cercare di conoscere l’oggetto del proprio trade. Dunque, in questo caso, non possiamo non impiegare un po’ di tempo nel cercare di conoscere Intesa Sanpaolo, grande gruppo bancario nato come risultato di una serie di fusioni tra alcuni importanti istituti di credito.

In particolare, una delle fusioni chiave fu quella tra Cariplo – Cassa di risparmio delle province lombarde e Banco Ambrosiano Veneto, a generare Banca Intesa. Dopo qualche anno, Banca Intesa si fuse con Banca Commerciale Italiana, generando IntesaBCI o, appunto, Banca Intesa.

Oggi, però, parlare di sola Banca Intesa non basta. Nel 2007, infatti, l’istituto si fuse con un altro grande gruppo bancario nazionale, SanPaolo IMI, generando Intesa Sanpaolo.

Oggi la banca è uno dei principali colossi bancari europei, e leader in Italia in diversi comparti.

Comprare azioni Banca Intesa

Conviene comprare azioni Banca Intesa?

Ma conviene comprare azioni Banca Intesa? Investire in Intesa Sanpaolo è realmente conveniente?

Naturalmente, quando si parla di investire in Banca Intesa, si parla di investire in una delle locomotive del sistema bancario italiano. E, dunque, investire in questo istituto di credito significa molto spesso legare il proprio investimento all’interno settore creditizio.

È anche vero che Banca Intesa dispone però di una serie di elementi distintivi e di vantaggio che non possono certamente essere sottovalutati, e che in tante occasioni ha condotto la banca a sovraperformare. Proviamo a schematizzarli nel paragrafo che segue.

Vantaggi Banca Intesa

Il primo grande vantaggio del comprare azioni Banca Intesa è che il gruppo Intesa Sanpaolo occupa una posizione di leader sul mercato italiano. Ha anche una presenza capillare in tutte le regioni, e il brand è ben posizionato sia tra privati che tra imprese.

Oltre che in Italia, Banca Intesa ha anche un ottimo posizionamento in molti mercati internazionali, permettendo così al gruppo di far fronte efficacemente a crisi economiche localizzate. E, si intende, anche sfruttare le opportunità che dovessero sorgere nei vari territori che sta occupando con i propri servizi.

Altro grande vantaggio tipico di un gruppo strutturato come Banca Intesa è anche la diversificazione dell’offerta. Il gruppo dispone infatti di un competitivo ventaglio di prodotti bancari e servizi finanziari che rivolge a qualsiasi target di clientela, permettendo così di soddisfare a 360 gradi le esigenze della propria clientela, e lavorando molto bene sul cross selling.

Ulteriormente, un beneficio è certamente legato alla brand reputation di cui può godere. Il gruppo nasce dalla fusione di due istituti di credito molto conosciuti e molto apprezzati, come Banca Intesa e Sanpaolo IMI, a volte molto radicati in alcuni territori locali (il milanese, il torinese, ecc.).

Infine – ma non è certamente l’ultimo beneficio – sottolineiamo come l’istituto sia uno dei principali investitori in tecnologia nel settore bancario. Una consapevolezza che permetterà certamente alla banca di mantenere una posizione di leadership in numerosi settori.

Leggi anche: Comprare azioni Saipem in Borsa Italiana, news e opinioni

Intesa Sanpaolo – UBI

Una delle notizie che nelle ultime settimane ha catalizzato la maggiore attenzione degli investitori è legata alla possibilità che Intesa Sanpaolo possa acquistare UBI Banca, creando un colosso bancario italiano ancora più importante. Ma che cosa c’è di vero?

Considerato che l’operazione è ancora in costruzione, non possiamo che cercare di sintetizzare i principali tratti salienti di questa importante transazione.

Ricordiamo dunque che Intesa Sanpaolo è la prima banca italiana per capitalizzazione di mercato, e che il 17 febbraio 2020 ha lanciato un’offerta volontaria sul 100% delle azioni di UBI Banca, che a sua volta è la terza banca italiana per capitalizzazione. Il valore dell’operazione è di 4,9 miliari di euro. Tecnicamente, l’operazione è una OPS (offerta pubblica di scambio), con 17 azioni Intesa ogni 10 azioni Ubi possedute.

Nel caso in cui l’operazione andasse in porto, nascerebbe non solamente il primo gruppo bancario italiano (quello Intesa lo è già) , quanto anche il settimo gruppo bancario in Europa.

Bilancio 2019 Banca Intesa

Qualche giorno fa il consiglio di amministrazione ha presentato l’ultima trimestrale 2019 di Intesa Sanpaolo e l’intero bilancio 2019.

Per quanto attiene il trimestre, Intesa Sanpaolo ha chiuso con un utile netto di 872 milioni di euro, contro 1,038 miliardi di euro di utili di pari periodo 2018 e attese pari a 825 milioni di euro. I ricavi sono invece stati pari a 4,567 miliardi di euro, contro i 4,05 miliardi di euro del 2018 e meglio delle previsioni degli analisti.

Passando invece all’intero anno 2019, emerge come l’utile netto sia stato pari a 4,182 miliardi di euro, ben superiore rispetto alle attese degli analisti e dello stesso management. I ricavi sono cresciuti dell’1,5% a 18,083 miliardi di euro. Il margine da interesse è peggiorato di 3,7 punti percentuali a 7,005 miliardi di euro, ma sempre superiore alle attese.

Comprare azioni Banca Intesa

Dividendo azioni Banca Intesa

Il dividendo delle azioni Banca Intesa 2020 sarà pari a 0,192 euro, erogato in liquidità, con payout dell’80%  sugli utili del 2019. Per il 2020 viene invece posto un target di payout del 75%.

Previsioni 2020 Banca Intesa

L’occasione della pubblicazione dei dati trimestrali e annuali 2019 è stata naturalmente propizia per parlare anche delle previsioni 2020 di Banca Intesa.

Il management del gruppo bancario ha parlato di un incremento del risultato netto rispetto al 2019, anche senza tenere in considerazione la plusvalenza derivante dall’operazione di Nexi. Merito di una crescita dei ricavi, della riduzione dei costi operativi e del calo del costo dei rischi.

Per quanto attiene le società di analisi che hanno espresso i loro giudizi su Banca Intesa, quelli di Kepler Chevreux hanno dichiarato che l’utile netto trimestrale di Intesa si sarebbe dovuto attestare pari a 825 milioni di euro, contro 1,038 miliardi di euro del quarto trimestre 2018.

Su base annua, invece, le previsioni degli analisti avevano parlato di un utile in crescita a 4,135 miliardi di euro, contro i 4,05 miliardi di euro del 2018. I ricavi erano previsti in aumento da 17,623 di euro a 17,943 miliardi di euro, grazie al contributo del risparmio gestito.

Come comprare azioni Banca Intesa con eToro

A questo punto del nostro focus vogliamo fare un passo in avanti nel condividere alcune informazioni più “pratiche”, e cercare di capire come comprare azioni Banca Intesa con eToro.

I passaggi che devi fare sono pochi ma, per evitare confusioni, abbiamo comunque voluto riassumerli con precisione, al fine di non generare nessun tipo di dubbio.

Evidentemente, la prima cosa che devi fare se vuoi comprare azioni Banca Intesa con eToro è aprire un conto di trading GRATIS con questo broker regolamentato.

Accedi pertanto al suo sito internet ufficiale e avviare l’iter di registrazione cliccando sul pulsante di iscrizione.

Quel che avviene a questo punto è la compilazione di un semplice form come quello che vedi qui sotto:

etoro

Dovrai dunque inserire nome utente, e-mail e password, e poi mettere i segni di spunta sull’accettazione dei termini e delle condizioni di eToro. Clicca poi su Crea account. Se poi preferisci, puoi accelerare l’iter di iscrizione registrandoti con le credenziali di Facebook o Google.

A questo punto riceverai un’email nella tua casella di posta elettronica. Aprila e clicca sul link che troverai per poter:

Nel primo caso (conto demo), potrai accedere al tuo account come se si trattasse della versione “reale”. La differenza è che, intuibilmente, non utilizzerai i tuoi soldi, ma quelli virtuali messi a disposizione dal broker.

Potrai dunque usare il conto demo di eToro per poterti impratichire un po’ sulla sua semplice piattaforma di trading. Oppure, per poter testare la tua strategia in condizioni di massima sicurezza, prima di lanciarti sui mercati finanziari “reali”.

Nel secondo caso (conto reale), dovrai fornire i tuoi documenti personali, alcune informazioni che riguardano le tue conoscenze finanziarie, e i documenti che comprovano la tua residenza.

Terminata anche questa breve fase (che avverrà in maniera completamente digitale, senza fornitura di documenti cartacei), sarai pronto per poter operare!

Ti ricordiamo che puoi fare un primo deposito sul conto eToro usando alcuni dei principali strumenti di pagamento, come le carte di credito. In tempo reale i soldi verranno accreditati sul tuo account, e potrai dunque iniziare a fare investimenti finanziari con il tuo patrimonio!

Trading Banca Intesa

Una volta che hai aperto un conto con eToro e effettuato un primo versamento, puoi iniziare a fare trading di Banca Intesa

Anche in questo caso, sarà utile ricordarti che puoi farlo in pochi e semplici passaggi.

Prima di tutto, accedi usando le tue credenziali all’account di eToro, usando eventualmente anche l’app del broker.

Quindi, vai nella sezione Mercati e, qui, cerca “Intesa Sanpaolo” nel campo di ricerca dei titoli.

Una volta che avrai individuato il titolo Intesa, dovrai indicare al broker:

  1. la direzione dell’investimento: buy / long se ritieni che il prezzo del titolo salirà; short / sell se invece ritieni che il prezzo del titolo scenderà;
  2. il capitale che vuoi investire: puoi indicare il numero delle azioni da comprare o il controvalore (in euro) del tuo investimento;
  3. lo stop loss e il take profit, ovvero – rispettivamente – il livello di perdite e di profitto massimo che vuoi conseguire, e in concomitanza del quale eToro chiuderà la posizione;
  4. la leva finanziaria, ovvero il “moltiplicatore” applicato al capitale impiegato per la transazione.

Una volta che ritieni di aver scelto tutti questi elementi in linea con la tua strategia finanziaria, non ti rimane far altro che confermare la posizione!

Conclusioni

In questo approfondimento abbiamo avuto modo di comprendere come comprare azioni Banca Intesa e quali siano le principali caratteristiche di questa operazione di investimento.

Abbiamo anche compreso che il miglior modo per poter investire in Banca Intesa è farlo con un broker regolamentato come eToro, che potrà fornirti i migliori strumenti e le migliori tutele per fare trading con correttezza e professionalità.

A questo punto vogliamo lasciare a te la parola e… l’azione!

Facci sapere che cosa ne pensi usando lo spazio che trovi tra i commenti. Sarà la giusta occasione per poter condividere con noi qualche riflessione sul trading con eToro e sul trading su Banca Intesa.

Fatto ciò, mettiti all’opera con un conto demo per poterti allenare un po’ e, quando ti senti sufficientemente sicuro, rompi ogni indugio e applica la tua strategia finanziaria con una buona piattaforma di trading.

Buon investimento!

Il nostro punteggio
Clicca per lasciare un voto!
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here