Home Forex & Trading online Forex e Azioni Analisi Tecnica e Fondamentale 10 Ottobre 2018

Forex e Azioni Analisi Tecnica e Fondamentale 10 Ottobre 2018

0
CONDIVIDI
Cos'è il forex
Cos'è il forex

Le borse fanno una pausa dal calo dopo alcuni giorni di crescente pressione, ma la crescita del rendimento delle obbligazioni americane consente di mantenere possibilmente una tendenza negativa.

Secondo i risultati delle contrattazioni di martedì, i futures su S & P500 hanno perso un altro 0,2%, sempre più dipendente dai livelli massimi degli inizi di ottobre. Tuttavia, mercoledì mattina i mercati sono stati dominati da dinamiche miste. MSCI Asia, ex Giappone, non è cambiato stamattina. L’indice di Shanghai perde lo 0,2%, Hong Kong aggiunge lo 0,3%.

Il dollaro americano ha anche ceduto in alcune posizioni conquistate nei giorni precedenti. L’indice del dollaro ha perso lo 0,6% dopo aver toccato i massimi per 1,5 mesi, senza l’aiuto delle notizie positive dall’Italia e dalla Gran Bretagna.

Il ministro dell’economia italiano ha promesso di fare tutto il necessario per garantire che le turbolenze dei mercati finanziari non si riversereranno in una crisi finanziaria. Ha aiutato la moneta unica a passare alla crescita dai livelli vicini a 1,1430 e al momento è scambiata al di sotto di 1,1500.

Grazie alla piattaforma di trading di eToro è possibile investire sia al rialzo che al ribasso, in maniera estremamente semplice, grazie alla coesione dell’ecosistema di questa azienda in forte crescita e con un fatturato da milioni di euro.

eToro è l’azienda leader nel social trading, che sfrutta l’analisi e le opinioni di esperti e investitori ordinari per aiutare i clienti a generare idee commerciali e ottenere informazioni sui mercati.

Clicca qua per andare sulla pagina ufficiale di eToro >>

La sterlina britannica ha aggiunto oltre l’1% nelle ultime 24 ore dopo le notizie secondo cui il numero di coloro che non vogliono lasciare l’UE senza un accordo in parlamento sta crescendo, preferendo la “Brexit morbida”. La coppia GBPUSD è salita a 1,3170, in quanto i mercati considerano positivamente un aumento delle probabilità di un accordo tra la Gran Bretagna e l’UE. Tuttavia, è necessario rimanere cauti, poiché nei mesi precedenti i mercati avevano già fatto false partenze, sperando in un accordo di ambulanza, ma questo si è concluso con un altro svendita della sterlina. Come è stato notato spesso in Europa negli ultimi anni, la decisione è stata posticipata all’ultimo momento, aumentando l’incertezza.

Gli eventi politici in Europa hanno attirato in qualche modo l’attenzione dai mercati del debito degli Stati Uniti e vi è ancora pressione sulle obbligazioni. Il rendimento delle obbligazioni a 10 anni ha aggiornato i massimi di 7 anni, superando il livello del 3,25%. Il rendimento delle banconote a 2 anni è salito ieri al massimo in 11 anni. Questo è un processo naturale tra l’aumento dei tassi della Federal Reserve e una maggiore fiducia nell’economia degli Stati Uniti. Tuttavia, la crescita dei rendimenti incide negativamente sull’attrattiva dei mercati azionari, in cui gli indici azionari statunitensi partono dai massimi storici e nelle borse in Cina sono entrati nella fase di mercato degli Orsi.

Oro

Mercoledì l’oro è rimasto stabile in una fascia di prezzo ristretta dal momento che il dollaro si è ritirato da un picco di sette settimane, nonostante il supporto sia rimasto forte per la valuta statunitense a seguito di una forte economia americana e di un costante aumento dei tassi da parte della Federal Reserve. Spot Gold XAUUSD è rimasto stabile nei minimi e massimi di ieri per la maggior parte delle ore di mercato asiatiche, ma al momento di scrivere questo articolo, la coppia scambia leggermente al ribasso a 186,63 dollari l’oncia in calo dello 0,26% il giorno, mentre gli US Gold Futures GCcv1 sono attualmente scambiati a $ 1190 un’oncia giù dello 0,12% sul giorno.

Mentre gli analisti e gli investitori si aspettavano che i prezzi dell’oro si rialzassero su un dollaro debole nel vasto mercato, la coppia ha mantenuto un’azione di prezzo accomodante finora nell’orario di mercato di oggi.

Il prezzo del petrolio è sostenuto dalla produzione tagliata nella costa del Golfo messicano a causa dell’uragano
Le recenti revisioni dei dati sull’occupazione hanno sottolineato la pressione al rialzo sui tassi degli Stati Uniti e sulle scelte delle politiche FOMC. Nel frattempo, il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha criticato ancora una volta la Fed, dicendo ai giornalisti che la banca centrale sta andando troppo velocemente ad alzare i tassi quando l’inflazione è minima ei dati del governo indicano un’economia forte e questo ha portato all’indice del dollaro USA che misura il biglietto verde nei confronti di sei le principali valute per assumere una posizione attenuata. L’argento spot XAGUSD è attualmente scambiato a $ 14,345 l’oncia in calo dello 0,28% il giorno. Mercoledì i prezzi del petrolio sono diminuiti più bassi dopo che il Fondo monetario internazionale ha abbassato le previsioni di crescita globale, ma i prezzi sono stati sostenuti in quanto l’uragano Michael ha agitato verso la Florida, causando la chiusura di quasi il 40 per cento del greggio del Golfo del Messico.

Il Fondo Monetario Internazionale ha ridotto le sue previsioni di crescita economica globale per il 2018 e il 2019 di martedì, sollevando timori che anche la domanda di prodotti petroliferi possa crollare. Le tensioni commerciali e l’aumento delle tariffe di importazione hanno penalizzato il commercio, mentre i mercati emergenti lottano con condizioni finanziarie più strette e deflussi di capitali, ha detto il Fondo. Le esportazioni del greggio iraniano sono diminuite ulteriormente nella prima settimana di ottobre, secondo i dati delle petroliere e una fonte industriale, mentre i compratori cercavano alternative prima delle sanzioni statunitensi che entreranno in vigore il 4 novembre. I futures del petrolio greggio sono stati più bassi durante gli scambi a metà mattinata in Asia mercoledì prima del rilascio dei dati sugli inventari grezzi degli Stati Uniti che si prevede mostrino una build.

Nel frattempo, le notizie arrivano sul mercato che l’Arabia Saudita fornirà all’India più di 4 milioni di barili di petrolio a dicembre, mentre l’India cerca di compensare una riduzione del greggio iraniano. Spot Il greggio statunitense WTIUSD è attualmente scambiato a $ 75,09, in aumento dello 0,35% sul giorno.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here