Home Forex & Trading online Speculare in Borsa: come fare? Conviene? Rischi e vantaggi

Speculare in Borsa: come fare? Conviene? Rischi e vantaggi

0
CONDIVIDI

Speculare in Borsa conviene? E come si fa?

Tutti siamo alla ricerca di modi semplici e veloci per ottenere ricchezza e felicità finanziaria. D’altronde, è nella natura umana cercare di una strada per il proprio benessere e per il proprio successo e, dunque, non c’è assolutamente niente di male nel perseguire simili tentativi.

Attenzione, però, a non cadere nelle trappole o nelle illusioni. È infatti estremamente improbabile che affidandosi alla fortuna, e non a una solida strategia di investimento, si possano ottenere dei guadagni. Proprio per permetterti di ottenere le migliori soddisfazioni nella speculazione di Borsa, anche con poche centinaia di euro di partenza, abbiamo voluto riassumere di seguito alcuni consigli che non dovresti sottovalutare.

Vediamoli insieme!

Speculare in Borsa

Scegliere il giusto broker

La prima cosa che devi fare per poter speculare in Borsa con sicurezza, è quella di scegliere il giusto broker.

Tra le tante alternative che hai a disposizione online, cerca di preferire sempre e solo quelle regolamentate, autorizzate e sicure. Solo in questo modo potrai metterti al riparo da sgradevoli conseguenze: investire con un operatore sconosciuto, non qualificato e non legittimato a proporre i suoi servizi di trading significa dirigersi a grandi passi verso truffe, frodi e insoddisfazioni.

Di contro, cerca di dirigere la tua attenzione nei confronti di broker regolamentati come 24option, eToro e Trade.com, sicuramente le migliori opzioni a disposizione sul mercato.

Si tratta di tre piattaforme di grandissimo valore e pregio, ideali sia agli investitori alle prime armi che a quelli più esperti, e che potranno dunque fungere da valide alleate nel compimento delle tue operazioni di investimento finanziario.

Tutti i broker che abbiamo avuto modo di segnalarti ti proporranno inoltre dei servizi dei quali non dovresti fare a meno. Ti indichiamo in tal senso il corso gratis di 24option che puoi scaricare qui, e che ti guiderà passo dopo passo verso il conseguimento delle migliori conoscenze sugli investimenti finanziari.

Ancora, ti indichiamo il servizio di segnali di trading proposto dallo stesso 24option, che quotidianamente ti fornirà le migliori indicazioni per poter operare con la propria piattaforma: validi e affidabili spunti, completamente gratuiti, che potrai poi scegliere se adottare o meno nella tua strategia.

Sia 24option che Trade.com che eToro ti propongono inoltre dei conti demo gratuiti, che potrai aprire per cercare di toccare con mano la bontà dei loro servizi. Se dunque vuoi saperne di più non ti rimane che:

Perché speculare in Borsa

Perché stai pensando di speculare in Borsa? Forse hai bisogno di mettere su da parte qualcosa entro 6 – 12 mesi. O magari stai risparmiando per la pensione, per le spese future della tua famiglia, per l’acquisto di una casa, o per realizzare un’eredità da lasciare ai tuoi cari.

Qualsiasi sia la tua finalità, sappi che, prima di investire, è necessario conoscere la tua finalità e il lasso temporale entro cui in futuro potresti aver bisogno di soldi. Se per esempio è probabile che il tuo investimento debba essere chiuso entro pochi anni, e quanto stai investendo è tutto ciò che hai, prendi in considerazione un investimento non speculativo, considerato che il mercato azionario – con la sua volatilità  – non fornisce alcuna certezza che tutto il tuo capitale possa essere sufficientemente reintegrato quando ne avrai bisogno.

Sapendo di quanto capitale avrai bisogno e il momento futuro in cui ne avrai bisogno, potrai dunque calcolare quanto dovresti investire e quale tipo di ritorno sull’investimento dovrai attenderti per produrre il risultato desiderato. Per stimare di quanto capitale è probabile che tu abbia bisogno, puoi utilizzate uno dei simulatori finanziari gratuiti disponibili su Internet, e a volte anche presso gli stessi broker.

Speculare in Borsa

Ricorda inoltre che la crescita del tuo portafoglio dipende da tre fattori interdipendenti: il capitale che investi, l’importo del rendimento atteso sul tuo capitale, il numero di anni del tuo investimento. Idealmente, dovresti iniziare a risparmiare il prima possibile, risparmiare il più possibile e ricevere il massimo rendimento possibile in linea con la tua filosofia del rischio.

Rischio speculazione in Borsa

La tolleranza al rischio è una caratteristica psicologica che ciascuno di noi ha in maniera diversa, ma che può comunque essere influenzata positivamente dall’istruzione, dal reddito e dalla ricchezza, e negativamente dall’età (con l’avanzare dell’età, la tolleranza al rischio diminuisce).

Complessivamente, la tua tolleranza al rischio è il modo in cui ti senti riguardo al rischio e il grado di ansia che provi quando il rischio è presente. In termini psicologici, la tolleranza al rischio è definita come la misura in cui una persona sceglie di rischiare per ottenere un risultato meno favorevole, nella ricerca di un risultato più favorevole. In altre parole, rischieresti 100 euro per ottenerne 1.000? E quanto rischieresti?

Naturalmente, la tolleranza al rischio è influenzata anche dalla percezione del rischio. Ad esempio, volare in aereo o andare in macchina sarebbe stato percepito come molto rischioso all’inizio del 1900, ma oggi lo è molto meno, dato che il volo e i viaggi in automobile sono eventi comuni e relativamente sicuri.

L’idea della percezione del rischio è molto importante, soprattutto per quanto riguarda gli investimenti. Man mano che si acquisiscono maggiori conoscenze sugli investimenti – ad esempio, come vengono acquistate e vendute le azioni, quanta volatilità (variazione dei prezzi) è solitamente presente sul mercato, la difficoltà o la facilità di liquidare un investimento – è probabile che si consideri che gli investimenti azionari abbiano meno rischi di quanto si pensava prima di effettuare la prima operazione. Di conseguenza, la tua ansia quando si investe è meno intensa, anche se la tua tolleranza al rischio rimane invariata: è perché la tua percezione del rischio si è evoluta!

Comprendendo la tua tolleranza al rischio puoi dunque evitare quegli investimenti che probabilmente ti renderanno troppo ansioso. In generale, non dovresti mai acquistare degli strumenti finanziari che… ti impediscono di dormire la notte. L’ansia stimola infatti la paura, che a sua volta stimola risposte emotive (piuttosto che logiche) allo stress. Durante i periodi di incertezza finanziaria, ricorda che l’investitore di successo è colui che mantiene il sangue freddo e segue un processo decisionale analitico.

Ricorda anche che puoi capire al meglio la tua tolleranza al rischio seguendo uno dei tanti corsi di trading online disponibili sul web, come quello ottimo di 24option. Puoi scaricarlo gratis cliccando qui.

Psicologia di trading

Il più grande ostacolo all’ottenimento dei profitti dal mercato azionario e dalla speculazione in Borsa? È sicuramente l’incapacità di controllare le tue emozioni e prendere decisioni logiche. Nel breve termine, i prezzi degli strumenti finanziari come le azioni di Borsa riflettono le emozioni combinate dell’intera comunità degli investitori. Quando la maggioranza degli investitori è preoccupata per le sorti di un’azienda, è probabile che il prezzo delle azioni diminuisca; quando la maggioranza degli investitori si sente positiva per il futuro dell’azienda, il prezzo delle azioni tenderà a salire.

Una persona che si sente negativa sul destino dello strumento / mercato è generalmente chiamata “orso”, mentre la controparte positiva viene chiamata “toro”. Durante le ore di mercato, la costante battaglia tra i tori e gli orsi si riflette nel continuo cambiamento del prezzo dei titoli. A rendere il tutto ancora più complicato c’è il fatto che questi movimenti a breve termine sono guidati anche da voci, speculazioni e speranze – emozioni – piuttosto che dalla logica e da un’analisi sistematica del patrimonio, della gestione e delle prospettive della società di Borsa.

Insomma, le quotazioni azionarie si muovono spesso contro le nostre aspettative, nonostante i nostri sforzi predittivi, e ci creano tensione e insicurezza. Dovrei vendere la mia posizione ed evitare una perdita? Devo mantenere le azioni, sperando che il prezzo rimbalzi? Devo comprare di più? O no?

Speculare in Borsa

Non solo. Anche quando il prezzo delle azioni si è comportato come previsto, ci sono diverse domande che dovresti farti. Ad esempio: devi realizzare un profitto ora prima che il prezzo scenda? Devi mantenere la mia posizione poiché è probabile che il prezzo crescerà ancora più in alto?

Pensieri come questi ti perseguiteranno, soprattutto se osservi costantemente il prezzo di un titolo, per poi arrivare al punto in cui dovrai agire. Per evitare di cadere costantemente preda delle emozioni, cerca di fissare sempre dei punti di ingresso e di uscita, degli stop loss e dei take profit, al momento in cui apri la posizione.

Diversificazione degli investimenti

Alcuni investitori evitano la diversificazione azionaria perché pensano di aver effettuato tutte le ricerche necessarie per identificare e quantificare il proprio rischio. Insomma, sono sicuri di poter identificare qualsiasi potenziale pericolo che metterà a rischio la loro posizione finanziaria, e si dicono perfettamente convinti che concentrare il proprio capitale in una o poche azioni sia il meglio.

Ebbene, NON fare parte di questo gruppo di investitori! Invece, cerca di preferire sempre una maggiore diversificazione degli investimenti. Ricorda che la strategia di investimento più sicura non è certo quella di mettere tutte le uova in un unico paniere.

Il modo più diffuso e più opportuno per gestire il rischio è invece quello di diversificare la propria esposizione. Gli investitori prudenti possiedono azioni di società diverse in settori diversi, a volte in Paesi diversi, con l’aspettativa che un singolo evento negativo non riguarderà tutti i loro investimenti o, per lo meno, li influenzerà in misura diversa.

Un esempio? Immagina di possedere azioni di cinque società diverse, e che da ognuna delle quali t aspetti un continuo incremento dei guadagni. Purtroppo, però, le circostanze cambiano. Alla fine dell’anno, potresti dunque avere due società (A e B) che hanno ottenuto buoni risultati, tanto che le loro azioni sono aumentate del 25% ciascuna. Le azioni di altre due società (C e D) in un settore diverso, sono invece aumentate del 10% ciascuna, mentre le azioni della quinta società (E) hanno perso il 20%.

Ebbene, la diversificazione permetterà di evitare di cadere vittima della perdita del tuo investimento nella società E (20% del vostro portafoglio) considerato che avrai ottenuto guadagni del 10% e del 25% nelle altre società.

Speculare in Borsa con la leva

Se vuoi speculare in Borsa, uno dei modi più utili è certamente quello di usare la leva finanziaria. La leva finanziaria, o effetto leverage, ti permette di prendere in prestito del denaro per mandare avanti la tua strategia speculativa.

Al di là dei tecnicismi, immagina la leva finanziaria come una sorta di lente di ingrandimento, che moltiplicherà per 2, 5, 10 o anche di più, i risultati dei tuoi investimenti. Può dunque accadere che, se  investi 100 euro con leva 10x, e il tuo strumento finanziario ottiene un guadagno del 10%, il tuo profitto non sia di 10 euro, bensì di 100 euro (ovvero, 10 euro x 10).

Naturalmente, così come la leva finanziaria è fantastica quando moltiplica i tuoi profitti, è altrettanto drammatica quando invece deve moltiplicare le tue perdite.

In linea di massima, la leva finanziaria è uno strumento, né buono né cattivo. Tuttavia, è uno strumento da utilizzare al meglio dopo aver acquisito la giusta esperienza e la migliore fiducia nelle proprie capacità decisionali.

All’inizio delle tue attività di trading, cerca sempre di limitare il rischio, investendo con leva finanziaria nulla, o molto contenuta.

Conclusioni

A margine di questo approfondimento, speriamo di averti fornito delle utili indicazioni per poter investire sui mercati finanziari, e speculare in Borsa, senza compiere eccessivi disastri.

Ricorda che il passo più giusto per evitare delle perdite eccessive è certamente quello di studiare approfonditamente il funzionamento di mercati e strumenti finanziari, formulare una strategia, esercitarti e testarla a sufficienza con un conto demo e… gestire il rischio sulla base della propria tolleranza e delle proprie esperienze.

Non avere fretta nel “cercare i guadagni”. Rammenta sempre che il primo “comandamento” di un buon trader di successo è quello di capire come si limitano le perdite. Solo dopo che hai realizzato una solida strategia in tal senso, potrai certamente procedere a costruire i tuoi sogni finanziari!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here